Seui si veste di jazz

Concerti, laboratori e visite guidate per valorizzare territorio

Redazione ANSA SEUI

SEUI (SUD SARDEGNA) - La musica per valorizzare i luoghi è l'obbiettivo di "Seuinmusica". Tre giornate, dal 22 al 24 luglio, a ritmo di jazz tra concerti, guide all'ascolto, propedeutica musicale per i più piccoli e visite guidate, da mattina a sera tra i tesori di questo piccolo comune della Barbagia di Seulo.
    Quindici formazioni musicali formate da studenti e diplomati del Conservatorio di Cagliari e da studenti e docenti del Conservatorio di Sassari, con i loro progetti per lo più originali si alterneranno in via San Giovanni, nel centro storico. Tra i protagonisti il quintetto The Jazz Passengers (Marco Argiolas, Massimo Carboni, Paolo Carrus, Massimo Tore, Roberto Migoni) e lo Standards Trio (Mariano Tedde, Nicola Muresu, Luca Piana). Ancora: The Crazy Ramblers Hot Jazz Orchestra. Guidata dal sassofonista Maurizio Floris, riproduce la musica jazz delle orchestre anni '20 con strumenti dell'epoca. Organizza il comitato "Seui in musica" in collaborazione con il Conservatorio di Cagliari. Direttori artistici della manifestazione, giunta alla terza edizione, sono tre studenti seuesi dell'istituzione musicale cagliaritana: Andrea Desogus, Fabrizio Mura e Luigi Murgia. A fare da corollario sabato 23, l'appuntamento con la guida all'ascolto, curata da Roberto Migoni, docente di batteria jazz e musica d'insieme al Conservatorio di Cagliari, la propedeutica musicale per bambini, guidata da Ambra Beretta, e le visite lungo il percorso museale: carcere spagnolo, Galleria civica che ospita una collezione di tele del 1600, Casa Farci, Palazzina Liberty e S'Omu de sa maja.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie