'Anita e le altre' al Museo del Risorgimento di Torino

Una galleria di volti di donne, tra dipinti, stampe, fotografie

Redazione ANSA TORINO

TORINO - Infermiera, combattente, prigioniera, amazzone, ribelle, moglie, madre virtuosa e martire: questa fu Anita Garibaldi. E con lei le altre: donne che già durante il Risorgimento seppero occupare spazi pubblici fuori dall'ambito esclusivamente privato. La mostra Anita e le altre. Storie di donne del Risorgimento - aperta al pubblico fino a domenica 22 gennaio 2022 - vuole rendere omaggio alla figura di Anita Garibaldi nel bicentenario della nascita. A partire dall'unicità della sua vita che, ammantata dell'invenzione romantica, è entrata nella mitografia garibaldina, è nato il desiderio di ampliare la prospettiva, volgendo lo sguardo a più figure femminili che hanno contribuito a una nuova definizione del ruolo delle donne nel corso del Risorgimento. Diciannove le protagoniste: oltre ad Anita, Luisa Sanfelice, Giulia Colbert Falletti di Barolo, Costanza Alfieri D'Azeglio, Cristina Trivulzio di Belgioioso, Olimpia Rossi Savio, Virginia Oldoini Verasis Contessa di Castiglione, Giuseppa Calcagno e la regina Margherita di Savoia.

Nel Corridoio della Camera Italiana sono esposti dipinti, stampe, fotografie dalle collezioni del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, del Museo Glauco Lombardi di Parma, dell'Opera Barolo di Torino, del Castello di Masino e del Museo del Risorgimento di Milano. Proprio dal l Museo del Risorgimento di Milano arrivano due opere mai esposte finora a Torino: Anita morente di Pietro Bouvier che rappresenta l'ultimo istante di vita dell'eroina, abbandonata nelle braccia di Giuseppe Garibaldi e il ritratto realizzato da Gaetano Gallino, l'unico ripreso dal vivo e che quindi ci svela il vero volto di Anita.

La mostra si chiude con il video Il vero volto di Anita, a cura di Silvia Cavicchioli, docente dell'Università di Torino che racconta la storia dell'unico ritratto dal vero di Anita Garibaldi.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie