Giulia Mangoni riscrive i luoghi del cuore

Vanno in scena immagini inedite del mondo della Ciociaria

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Ci sono i temi della memoria e dell'identità legata ai luoghi del cuore rivisitati e riscritti nella mostra di Giulia Mangoni che giovedì 25 novembre inaugurerà alla galleria ArtNoble. Trent'anni, italo brasiliana, la giovane artista, per la prima volta ospite a Milano, espone una serie di lavori in cui ha concentrato la propria ricerca sulla reinterpretazione di paesaggi a lei familiari, attraverso una lente che coinvolge il contesto agreste, con l'allevamento, il mondo rurale e le antiche tecniche del lavoro artigianale, arricchito con i risultati di approfondite indagini sulla storia del territorio: primo tra questi la Ciociaria, luogo in cui Giulia Mangoni è nata e dove da sei anni è ritornata a vivere stabilmente. 'Bits & Cream. Metabolizzazione d'Archivio', questo il titolo della rassegna, offre le immagini che l'artista ha raccolto nella sua regione di origine rielaborate per presentarle come un "simbolico semifreddo a strati". I personaggi dei quadri esposti emergono "soffici e cremosi" tra i segni simbolo della loro appartenenza a luoghi e tradizioni che, sovrapposti tra di loro, creano boschi di un folklore surreale e psichedelico. Si tratta di una inedita riscrittura di narrazioni territoriali che passano da una gelateria di paese dove il tempo pare sia rimasto fermo, a Bits & Cream, insegna che svetta invitante ai limiti della foresta amazzonica, per raccontare un'identità che oltrepassa quella locale. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie