Il 2 giugno riaprono musei e aree archeologiche in Liguria

Museo Balzi Rossi, area di Nervia, villa romana al Varignano

Redazione ANSA GENOVA

(ANSA) - GENOVA, 29 MAG - A partire dal 2 giugno i musei e le aree archeologiche statali della Liguria tornano visitabili con misure di sicurezza, ingressi contingentati, orari di apertura ridotti e prenotazioni online o via telefono, dopo la chiusura imposta dal Covid-19.
    In occasione della Festa della Repubblica riapriranno il museo preistorico dei Balzi Rossi (Ventimiglia), l'area archeologica di Nervia (Ventimiglia), la villa romana del Varignano (Portovenere) e il museo archeologico nazionale di Luni con la relativa zona archeologica (La Spezia). Il 7 giugno sarà la volta del castello di San Terenzo (Lerici), il 9 giugno del forte San Giovanni (Finale Ligure).
    I percorsi all'interno delle strutture e all'esterno nelle aree archeologiche sono stati ripensati per consentire il transito dei visitatori nel rispetto delle distanze di sicurezza e apposite dotazioni di gel igienizzante saranno a disposizione nel museo. Tutti dovranno indossare mascherine e lavarsi le mani. Gli ambienti sono stati sanificati con attenzione alla conservazione delle opere esposte. Ditte specializzate provvederanno giornalmente alla sanificazione degli spazi e alla pulizia delle parti comuni. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie