Alla Galleria Borghese sulle tracce di Paolo V

Zio del Cardinale Scipione ebbe un ruolo chiave per le arti

Redazione ANSA ROMA

ROMA - La Galleria Borghese presenta dal 14 ottobre un percorso speciale nelle sale espositive dedicato a papa Paolo V (al secolo Camillo Borghese, 1552 - 1621), zio del cardinale Scipione Borghese, definito "gran Zio" come esempio di virtù morali e modello per il nipote, grande mecenate e collezionista: è costituito da nuove schede scientifiche delle opere leggibili con QRCode da smartphone e corredate da contenuti audio originali, oltre che disponibili sul sito del museo. A quattro secoli dalla scomparsa del pontefice, il prestigioso museo romano ricorda un personaggio chiave per la storia delle arti a Roma, mettendo a punto all'interno delle sale un percorso che segnala le opere legate alla sua vita e alla sua azione.

Fanno parte del progetto ventidue opere di artisti come Caravaggio, Guido Reni, Giovanni Baglione, Cavalier d'Arpino distribuite sui due piani del museo: si tratta di sculture, dipinti e mosaici che ritraggono Paolo V, oppure sono frutto di sue commissioni sono collegate ad alcune sue azioni, come i dipinti che provengono dal sequestro avvenuto nel 1607 nella bottega del Cavalier d'Arpino, accusato di detenzione illegale di armi. Per farsi annullare la pena, infatti, il pittore fu probabilmente costretto a cedere la sua collezione di circa 110 dipinti - oltre a libri e disegni - al papa, che successivamente la donò al nipote Scipione.

"Non sarà solo una segnalazione dell'azione e dell'incidenza del pontefice nella formazione di questa straordinaria raccolta - afferma la direttrice della Galleria Borghese Francesca Cappelletti - ma anche il primo tentativo di fornire ai visitatori qualche informazione utile a comprendere le opere in relazione al luogo e ai personaggi che contribuirono alla sua storia, durante la visita nelle sale, con un sistema di didascalie accessibili, in italiano e inglese, scaricabili, da leggere e da ascoltare. E' un esperimento su questo nucleo di opere che ci consentirà di proseguire nel formularle per tutte le opere del museo, un progetto che stiamo sviluppando all'interno della Galleria".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie