Scegli il contemporaneo, il racconto dell'arte prodotta a Roma

9 appuntamenti digitali, con artisti, illustratori e scrittori

Marzia Apice ROMA

 ROMA - Una grande narrazione partecipata della produzione contemporanea della città di Roma, declinata tra arte, poesia, letteratura, illustrazione e musica in 9 appuntamenti digitali: è il progetto "Scegli il Contemporaneo - Ti racconto Roma", ideato e promosso dalla società "Senza titolo" - Progetti aperti alla Cultura, che si svolgerà online dal 10 al 31 dicembre. L'iniziativa si compone di 6 narrazioni video trasmesse sui canali social di "Senza titolo" e 3 laboratori a distanza in modalità classroom, con il coinvolgimento del reporter Valerio Millefoglie, degli educatori di "Senza titolo" e di un gruppo di artisti, illustratori e scrittori: Valerio Magrelli, Claudio Morici, Marco Raparelli, Dj Baro, Chiara Rapaccini, Alessandro Piangiamore e il duo Mook formato da Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli.
    Ad aprire il calendario degli incontri il 10 dicembre sarà Valerio Magrelli, poeta, scrittore, traduttore e professore ordinario di Letteratura francese all'Università Roma Tre, all'interno della Casa Museo Mario Praz; si prosegue con il performer e scrittore Claudio Morici, che accompagnerà il pubblico alla guida della sua personale lettura del quartiere San Lorenzo; l'artista Marco Raparelli approfondirà invece il rapporto tra disegno e parola raccontando i quartieri di Ostiense e Garbatella (fino a Piazzale Flaminio) insieme ad Alessandro Tamburrini, alias dj Baro; e ancora, Chiara Rapaccini, in arte Rap, racconterà temi e forme della sua ricerca artistica direttamente dentro al suo studio; l'artista Alessandro Piangiamore svelerà il valore dell'effimero, dell'intangibile e dell'evanescenza dei materiali organici; infine il duo Carlo Nannetti e Francesca Crisafulli, in arte Mook, porterà il pubblico in un universo poetico abitato da oggetti dimenticati che evocano ricordi e memorie. I contenuti degli incontri digitali di "Scegli il contemporaneo" daranno dunque la possibilità di conoscere gli studi degli artisti, i luoghi culturali della città, i musei di Roma che in questo modo diventano fruibili da tutti a distanza: in questa edizione del progetto, completamente online, le parole e le immagini sulla storia e i luoghi di Roma vengono narrate a partire dallo sguardo e dalle voci di quelle persone che vivono la città quotidianamente, con l'obiettivo di offrire nuove interpretazioni della realtà. A questo programma di incontri, si aggiungono i laboratori didattici digitali, a cura di Zelda De Lillo, pensati per far fruire l'arte contemporanea da casa a bambini e famiglie. Previsti anche due progetti satellite, la Mappatura partecipata in digitale a cura di Serena Giulia Della Porta e un audio documentario dedicato all'incontro con Mook.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie