Apre a Lugo il nuovo Museo di Casa Rossini

Luogo legato adolescenza e formazione del compositore pesarese

Redazione ANSA LUGO (RAVENNA)

LUGO (RAVENNA) - Cinque sale per scoprire Gioachino Rossini, in un luogo legato alla sua adolescenza e formazione. Verrà inaugurato il 24 ottobre a Lugo (Ravenna), il nuovo Museo di Casa Rossini nella dimora dei nonni, un percorso museale che rende omaggio al grande compositore, nato a Pesaro e autore di opere famose e celebrate in tutto il mondo quali il Barbiere di Siviglia, L'italiana in Algeri, La Gazza ladra, Semiramide, Il turco in Italia, Guglielmo Tell.

La dimora a Lugo, in via Giacomo Rocca 14, è diventata una Casa museo e si presenta oggi con un nuovo allestimento, realizzato dall'artista Claudio Ballestracci anche grazie ai contributi Regionali: 52 mila euro complessivi, assegnati nel Piano museale del 2017 (12mila euro), in quello del 2018 (20mila euro) e nell'ambito dei Progetti speciali finanziati nel 2020 (20mila euro).

Gioachino Rossini visse a Lugo da adolescente, tra il 1802 e il 1804. In questo periodo cominciò a comporre musica, facendo subito conoscere il suo immenso talento. Pur non avendo mai abitato l'edificio a due piani di via Rocca, appartenuto al nonno, Rossini lo ha sempre avuto particolarmente caro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie