Turismo: Accorsi testimonial dell'arte dell'Emilia-Romagna

Per tre anni l'attore racconterà sui social la sua terra

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 15 LUG - L'Emilia-Romagna più bella vista attraverso gli occhi di uno dei suoi figli più famosi, Stefano Accorsi. Per i prossimi tre anni, infatti, l'attore emiliano racconterà con video, post e podcast sui suoi profili social (che contano oltre 800mila follower), a cadenza bisettimanale, la bellezza dell'Emilia-Romagna, incarnata dalle dieci città d'arte che si susseguono lungo la via Emilia con le loro corti medievali, i sontuosi palazzi e gli infiniti porticati e logge.
    Non solo, da queste pillole scaturirà un video racconto, che in futuro sarà presentato in occasione di festival del cinema nazionali e internazionali. La nuova campagna di promozione che vede protagonista Accorsi, voluta dalla Regione Emilia-Romagna e realizzata da Apt servizi, dopo l'Appennino di Alberto Tomba e la Riviera Romagnola di Paolo Cevoli, è stata presentata dall'attore insieme, tra gli altri, al presidente della Regione, Stefano Bonaccini.
    "Raccontare la mia terra, le città d'arte, il cinema che è stato e che sarà, è una grande opportunità - ha detto Accorsi -.
    Non è scontato, perché quando ci sono progetti di comunicazione troppo spesso vige lo sfruttamento dell'immagine che non riguarda qualcosa di più profondo, come in questo caso". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie