Da Michelangelo a Pontormo per 700 anni dalla morte di Dante

Dal 12 marzo grande mostra a Forlì con opere da Uffizi e da tutto il mondo

Redazione ANSA FIRENZE

Capolavori di Andrea del Castagno, Michelangelo e Pontormo, pregiati disegni di Federico Zuccari e il busto marmoreo di Virgilio dello scultore Carlo Albacini: sono alcune delle opere delle Gallerie degli Uffizi che saranno esposte a Forlì per la grande mostra 'Dante. La visione dell'arte', organizzata nell'ambito delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte del Sommo poeta. L'esposizione sarà ospitata dal 12 marzo al 4 luglio 2021 nel museo San Domenico di Forlì, città dove Dante trovò rifugio nell'autunno del 1302.

Per la rassegna arriveranno opere da tutto il mondo e capolavori delle Gallerie degli Uffizi. Tra queste il ritratto dell'Alighieri e quello di Farinata degli Uberti di Andrea del Castagno, un altro ritratto di Dante di Cristofano dell'Altissimo per la serie dedicata agli uomini illustri. Ci sarà la Cacciata dal Paradiso terrestre di Pontormo, un disegno di Michelangelo che ritrae un dannato nell'Inferno della Divina Commedia, la tela ottocentesca del protoromantico toscano Nicola Monti intitolata 'Francesca da Rimini all'Inferno'. Capolavori di Andrea del Castagno, Michelangelo e Pontormo, pregiati disegni di Federico Zuccari e il busto marmoreo di Virgilio dello scultore Carlo Albacini: sono alcune delle opere delle Gallerie degli Uffizi che saranno esposte a Forlì per la grande mostra 'Dante. La visione dell'arte', organizzata nell'ambito delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte del Sommo poeta.

L'esposizione sarà ospitata dal 12 marzo al 4 luglio 2021 nel museo San Domenico di Forlì, città dove Dante trovò rifugio nell'autunno del 1302. Per la rassegna arriveranno opere da tutto il mondo e capolavori delle Gallerie degli Uffizi. Tra queste il ritratto dell'Alighieri e quello di Farinata degli Uberti di Andrea del Castagno, un altro ritratto di Dante di Cristofano dell'Altissimo per la serie dedicata agli uomini illustri. Ci sarà la Cacciata dal Paradiso terrestre di Pontormo, un disegno di Michelangelo che ritrae un dannato nell'Inferno della Divina Commedia, la tela ottocentesca del protoromantico toscano Nicola Monti intitolata 'Francesca da Rimini all'Inferno'.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie