Il MAMbo omaggia Rosanna Chiessi

Il suo nome legato alle avanguardie europee del dopoguerra

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - A due anni dalla scomparsa una mostra rende omaggio a Rosanna Chiessi, intellettuale, organizzatrice culturale, gallerista e critica d'arte. Una figura fondamentale nell'arte del secondo Novecento, che ha legato il suo nome alle avanguardie europee del dopoguerra portando Fluxus in Italia e trasformando negli anni '70 Reggio Emilia in un crocevia di correnti artistiche. L'esposizione è, dal 24 maggio al 16 settembre, nello spazio della Project Room del MAMbo, a Bologna, curata dal suo direttore artistico Lorenzo Balbi. L'allestimento è concepito come un ritratto biografico che prende forma dall'accostamento di materiali compositi e posti in dialogo fra loro per associazione, a raccontare le poetiche e i principali eventi da lei sostenuti e promossi: opere realizzate dagli artisti con cui strinse i legami più profondi, oggetti simbolo, video, foto, multipli, edizioni numerate e libri d'artista, provenienti da collezioni private e dal corpus documentale conservato dall'Archivio Storico Pari&Dispari. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie