Riapre a Parigi Musée de Cluny, 'è un grande giorno'

Dopo un lungo restauro, già in fila davanti all'ingresso

Redazione ANSA PARIGI

(di Paolo Levi) (ANSA) - PARIGI, 12 MAG - Il grande giorno è arrivato: dopo un vasto restauro il Museo Nazionale del Medio Evo di Parigi, meglio noto come Musée de Cluny, ha riaperto le porte al pubblico oggi, 12 maggio. "Il grande giorno è arrivato! A qualche minuto dalla riapertura, il pubblico è già sul posto", in fila dinanzi al nuovo ingresso, si congratula la celebre istituzione parigina, festeggiando l'evento anche sui social con tweet e foto consacrati alla riapertura. Negli spazi del cosiddetto 'Hotel de Cluny' addossato alle antiche terme romane di Lutetia Parisiorum - il primo nome attribuito dai romani alla fondazione di Parigi - i visitatori possono nuovamente ammirare - in questo luogo carico di storia completamente rinnovato e ripensato - straordinari pezzi d'arte, tra cui vetrate, mobili, sculture e manoscritti, oltre che i 6 celeberrimi arazzi de 'La Dame a La Licorne - La dama e l'Unicorno", considerati tra i massimi capolavori del Medioevo, vestiti di nuova luce. Tra le novità lungo il percorso espositivo da 1.600 opere anche una sala consacrata all'arte italiana del XIV/o e XV/o secolo.
    All'avvio del progetto, nel 2011, si trattava solo di rendere il museo agibile alle persone con mobilità ridotta ma poi si è deciso di spingersi oltre. Addossato alle antiche terme di Lutetia - un pezzo di Roma nel cuore di Parigi - il Musée National du Moyen Age ingloba un Frigidarium del primo secolo, la dimora medievale degli abati di Cluny nonché un edificio posticcio del diciottesimo secolo. Un dedalo di corridoi e scalette che andavano ammodernati e dotati di ascensori. Ora ce ne sono ben tre tre per i visitatori a mobilità ridotta.
    I lavori veri e propri sono cominciati nel 2013 con chiusure parziali, poi il museo ha serrato definitivamente i battenti per venti mesi, tra il 2020 e il 2022, in parte durante il periodo dei lockdown dovuti alla pandemia da coronavirus. Lo spazio dispone ora di un nuovo ingresso in ferro, sobrio e contemporaneo. Un'estensione che ha permesso di ricavare nuovi spazi, come un guardaroba, un nuovo bookshop e una biglietteria più agevole e spaziosa. L'ex ingresso di 50 metri quadri è divenuto un delizioso caffé con tavolini sistemati all'interno di un cortile protetto dal tumulto della città. Il Musée de Cluny affaccia sullo Square Painlevé-Samuel Paty, dove una lupa in bronzo nascosta in un piccolo giardinetto sancisce lo storico gemellaggio tra la capitale della Francia e la capitale dell'Italia con il motto 'Solo Roma è degna di Parigi. Solo Parigi è degna di Roma'. Tantissimi i pezzi degni di nota, come una imperdibile Vergine col Bambino di Jean Hey (1495) o un meraviglioso Angelo dell'Annunciazione, attribuito alla bottega di Pisano, come ad annunciare l'avvento del Rinascimento.
    "L'auspicio è che i visitatori comprendano che l'arte del Medio Evo è un'arte del colore, della vita"; ha detto la direttrice, Catherine Lepape, citata dal Journal du Dimanche. Costo del cantiere: 23 milioni di euro. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie