Estate nella natura artica della Lapponia svedese

Grandi spazi, sport e sole a mezzanotte nella terra dei Sami

di Ida Bini HAPARANDA

HAPARANDA - Nella Lapponia svedese, al confine con la Finlandia, la terra dei Sami è la destinazione perfetta per chi sta cercando una vacanza a ritmi lenti e in mezzo alla natura all'insegna della libertà tra infiniti boschi, praterie, foreste, montagne, piccoli paesini, fiumi imponenti, arcipelaghi, isolotti e laghi. La destinazione artica della Svezia offre anche la possibilità di praticare ogni tipo di sport: dal trekking alla canoa, dall'equitazione alle scalate, dalla mountain bike ai safari con gli husky per apprezzare l'imponente natura lappone e godere della bellezza dei paesaggi illuminati dal sole a mezzanotte. Ed è qui che si possono vivere esperienze uniche come dormire su un albero, in un albergo di ghiaccio o in un cottage vichingo. La destinazione artica della Svezia, chiamata Heart of Lapland, è ancora poco conosciuta e lontana dalle solite rotte turistiche: qui la natura è la protagonista assoluta con 115mila chilometri quadrati per appena 320mila abitanti. E' uno spettacolo unico e rigenerante, da affrontare ognuno con il proprio ritmo: camminando o pedalando o facendo sport adrenalinici, isolandosi o visitando i villaggi dei Sami, avvistando orsi, renne e foche, pescando o semplicemente rilassandosi al sole di mezzanotte e da metà agosto, nella parte più settentrionale, ammirando l'aurora boreale.
    Il confine lungo 540 chilometri tra Svezia e Finlandia è caratterizzato dai fiumi Torne, che sfocia nel Golfo di Botnia, e Kalix, entrambi corsi d'acqua incontaminati e ricchi di pesci, soprattutto salmoni e coregoni bianchi da cui si ricava il prezioso caviale rosso löjrom. Sulle sponde opposte del fiume Torne, punteggiate da piccoli paesini colorati, si trovano le città di Haparanda, la più orientale della Svezia, e la finlandese Tornio: entrambe sono centri commerciali, situati in due diversi fusi orari. Nell'entroterra la cittadina di Överkaliux è bagnata da fiumi e torrenti che dividono il territorio in isolotti e piccoli promontori, circondati da foreste. La vallata del fiume Torne è un singolare crogiolo culturale in cui svedesi, finlandesi e Sami convivono fianco a fianco dal XVII secolo e la maggior parte degli abitanti parla svedese, finlandese e meänkieli, una lingua di minoranza.
    La base perfetta per conoscere e apprezzare meglio la natura e vivere come un vero lappone è l'Arthotel Tornedalen, formato da cinque villette tradizionali in legno ristrutturate nel villaggio di Risudden, a sud di Övertorneå con vista sul fiume Torne. Chi vuole sentirsi completamente immerso nella natura, può prenotare la torre appositamente progettata per esaltare l'esperienza di vivere dentro la foresta. Non lontano, sempre sul fiume Torne, Kurt e Pia Hulkoff invitano i loro ospiti a partecipare alle attività della loro storica fattoria biologica e a pranzare nel ristorante situato nel fienile ristrutturato; il lodge dispone anche di otto camere incantevoli e una sauna proprio accanto al recinto delle renne. Nelle vicinanze si trova uno dei corsi d'acqua più ricco di salmoni al mondo, dove le rapide sono perfette anche per praticare il rafting.
    A sud di Kalix e Haparanda si trovano i due arcipelaghi più settentrionali della Svezia composti da una miriade di piccole isole, ben 1.444, alcune delle quali fanno parte del parco nazionale dell'arcipelago di Haparanda. In questo periodo è possibile visitare le isole per nuotare e prendere il sole sugli scogli e sulle spiagge sabbiose, fare kayak o raccogliere bacche e funghi. L'isola più grande del parco nazionale è Sandskär, un tempo base per la caccia alle foche e per la pesca alle aringhe.
    Qui la natura è varia con spiagge e boschi dove è possibile incontrare alci lungo il sentiero naturalistico intorno all'isola. All'estremità dell'arcipelago, raggiungibile in barca, c'è Malören, un'isola simile a un atollo e riserva naturale con spiagge, casette rosse di pescatori, un faro e una cappella del XVIII secolo. Sull'isola si pratica il kayak, si fanno safari fotografici e si alloggia nei cottage.
    A nord di Haparanda, invece, merita una visita Kukkola, un antico villaggio di pescatori che ospita la sede dell'Accademia svedese della sauna o bastu e un museo che spiega tutto sull'arte della sauna locale. Nel resort Kukkolaforsen ci sono ben 13 tipi di bastu di epoche e luoghi diversi; ma Kukkola è conosciuta anche per la possibilità di praticare rafting sulle rapide del Torne e per la pesca tradizionale del coregone con una retina speciale a manico lungo.
    A 150 km sopra il Circolo Polare Artico, sulle rive del fiume Lainio nel villaggio di Kangos, Lapland Guesthouse è un insieme di case di legno rosso i cui proprietari, Eva e Johan Stenevad, hanno arredato tutte le camere e gli spazi comuni in modo diverso; un'esperienza unica è la sistemazione del Viking cottage, decorato con vari dettagli delle saghe vichinghe. Dopo aver pescato salmoni o fatto un'escursione con i cani husky, è rilassante sedersi nella vasca idromassaggio all'aperto e godersi la luminosa notte estiva artica.
    Sempre a nord e non lontano dalle montagne si trova il piccolo villaggio di Lannavara sul fiume Lainio: qui Sara e Johan Väisänen gestiscono il rifugio Aurora Mountain Lodge e organizzano escursioni guidate attraverso foreste incontaminate fino alle montagne. Il sole di mezzanotte invita a fare passeggiate notturne, ma già da metà agosto si può partecipare a tour guidati per ammirare il cielo illuminato dalle aurore boreali. Su un'isoletta nel fiume Muonio, al confine con la Finlandia, si trova Rajamaa, una piccola impresa familiare che offre diverse esperienze nella natura della riserva naturale di Pessinki, come l'avvistamento degli orsi bruni, dei castori lungo il fiume Merasjoki e delle aquile.
    Per maggiori informazioni e per organizzare il viaggio: heartoflapland.com (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie