Il Guggenheim di Bilbao celebra Lucio Fontana

Nell'atrio del museo per 3 anni la Struttura al neon del 1951

Redazione ANSA BILBAO

BILBAO - Sembra un imponente segno espressivo congelato nell'aria, a metà tra design e scultura, con i suoi eleganti e caotici tubi luminosi che nella leggerezza dialogano con l'architettura: il Museo Guggenheim di Bilbao rende omaggio al lavoro di Lucio Fontana presentando nell'atrio della propria sede la grande installazione "Struttura al neon per la IX Triennale di Milano". Concepita dall'artista italo-argentino nel 1951, l'opera sarà esposta per i prossimi 3 anni, grazie alla collaborazione tra la Fondazione Lucio Fontana di Milano e il Museo basco: giocando con la prospettiva e la distanza, in un connubio tra arte e tecnologia, la "Struttura al neon" - che nel 2019 ha fatto parte dell'esposizione "Lucio Fontana. En el umbral" - si inserisce perfettamente nel contesto dell'edificio museale progettato da Frank Gehry, trovando un interlocutore d'eccezione.

"Il neon creato per la IX Triennale di Milano del 1951 può essere senz'altro considerato una delle opere più rappresentative e iconiche di Lucio Fontana, esempio assoluto della sua dirompente creatività", afferma il presidente della Fondazione Lucio Fontana, Paolo Laurini, sottolineando che "l'artista ha sempre avuto un rapporto speciale con gli architetti, che sentiva particolarmente vicini alla sua sensibilità spaziale. La grande naturalezza con cui l'installazione di Bilbao dialoga con l'affascinante struttura dell'architetto Gehry — offrendo visioni e prospettive suggestive ed inedite — ci fa pensare ad un'ideale continuazione di questo rapporto".

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie