Cagnoni-Gattafoni, Dreams Road, il mondo in moto

I viaggi più esaltanti in 20 anni della storica trasmissione Rai

Marzia Apice ROMA

 VALERIA CAGNONI-EMERSON GATTAFONI, DREAMS ROAD. VIAGGI PER SPIRITI LIBERI (Mondadori Electa, pp.256, 19.90 €). L'imperativo è essere sempre in viaggio - nonostante l'oltre "mezzo milione di chilometri on the road - quindici volte la circonferenza del pianeta - macinati lungo cinque continenti e una sessantina di Paesi del mondo" - perché il racconto di luoghi, culture, popoli, tradizioni, curiosità e meraviglie della natura non si interrompa mai. E' una filosofia di vita, dedicata alla scoperta del mondo rispettosa e condivisa, quella di Valeria Cagnoni ed Emerson Gattafoni, autori di "Dreams Road. Viaggi per spiriti liberi", libro edito da Mondadori Electa.
    Il volume, in libreria dal 3 novembre, nasce per svelare al pubblico i viaggi più esaltanti - rigorosamente su due ruote - che Cagnoni e Gattafoni hanno avuto l'opportunità di vivere realizzando le quasi 200 puntate della ventennale e omonima trasmissione Rai, di cui i due appassionati di motociclismo sono l'anima e il volto. Il "mondo al contrario" della Nuova Zelanda, la striscia sottile tra Oceano Pacifico e Ande del Cile, la musica e le trasgressioni lungo la "via del blues" degli Stati Uniti, i colori stupefacenti del Sudafrica, e ancora, i silenzi e la spiritualità delle vette dell'Himalaya, i sorrisi accoglienti del Vietnam, le sorprese tra arte e storia di Spagna e Portogallo: sono sette gli itinerari scelti dalla celebre coppia di viaggiatori, che ha corredato il libro di racconti appassionanti e incredibili testimonianze fotografiche.
    L'obiettivo dei due autori non è mai cambiato da quel lontano anno 2000, quando prese il via l'avventura televisiva (e umana) di "Dreams Road": restituire con semplicità ed efficacia le meraviglie incontrate durante ogni singolo percorso, per permettere al pubblico di "partecipare", di salire con loro sulle motociclette e riuscire quasi a viverlo (se non fisicamente, almeno con la fantasia e l'emozione) il viaggio, non solo di sentirne il racconto. Generosi, sempre rispettosi di popoli e luoghi, entusiasti delle grandi così come delle piccole cose, gli autori nel libro non dimenticano di andare oltre il mero itinerario descrittivo, oltre l'elenco delle singole tappe, e inseriscono nella narrazione anche tutto quello che rende davvero magico il viaggio. Dagli incontri più significativi agli aneddoti più particolari, dai paesaggi che non ti aspetti alle emozioni più forti, e poi le tante cartine stradali vecchio stile da riportare a casa tutte stropicciate, la preparazione tecnica e logistica minuziosa, la sveglia presto e la disciplina ferrea, tutti elementi indispensabili a rendere speciale ogni singolo viaggio, sempre vissuto in due e senza crew al seguito, perché sulle fidate Ducati che sfrecciano al vento ci siano "sogni, rischi e responsabilità". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie