Da Broadway ai musei, il tour di New York è virtuale

Virtual NYC è la risposta alle chiusure a causa del coronavirus

Redazione ANSA NEW YORK

NEW YORK - New York chiusa per coronavirus? Per niente. Laddove la cosiddetta social distance non permette di visitare la Grande Mela di persona, la tecnologia tende la mano e offre un 'assaggio' virtuale delle numerose esperienze della città. New York resta quindi aperta grazie a 'Virtual NYC', l'iniziativa di NYC & Company, l'ente che si occupa della promozione turistica della città, in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di New York. Il tour virtuale non è solo dei principali musei o gallerie d'arte di Manhattan ma riguarda tutte e cinque le municipalità della città.

Dopo le iniziative del Metropolitan Opera che ha deciso di offrire gratuitamente attraverso lo streaming online le repliche delle sue recite, anche Broadway si fa avanti per intrattenere il suo pubblico mentre è costretto a stare a casa. 'Broadway HD' presenta infatti repliche di oltre una ventina di show e musical, mentre '24-Hour Plays' presenta una serie di spettacoli (in versione ridotta) che sono stati eseguiti dalla comunità teatrale di New York in un giorno. Anche alcuni dei teatri sede di comedy show hanno deciso di trasmettere in streaming le loro performance. Il Tribeca Film Festival, che avrebbe dovuto tenersi come ogni anno in aprile e invece annullato per l'epidemia, ha selezionato una serie di corti e sono visibili sul suo sito internet.

"In un momento senza precedenti - ha detto Fred Dixon, amministratore delegato di NYC & Company - il settore del turismo di New York offre un assaggio virtuale di una vasta gamma delle sue esperienze culturali più famose. Incoraggiamo i residenti e i visitatori da tutto il mondo a manifestare il proprio sostengo e di darsi alla fuga (virtuale, ndr) attraverso le offerte online delle attrazioni, musei e centri artistici della città". 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie