A Brookline, nella casa natale del futuro presidente

Alle porte di Boston. Orologi fermi alle 15, ora della nascita

Redazione ANSA

BOSTON - Una modesta casa di due piani al civico 83 di Beals Street a Brookline alle porte di Boston. E' qui che il 29 maggio del 1917 nasceva John Fitzgerald Kennedy. Rose Fitzgerald Kennedy diede alla luce Jfk nella stanza da letto al secondo piano, in particolare nel letto piu' vicino alla finestra. Lei e' il marito, Joseph P. Kennedy, dormivano nella stessa stanza ma in due letti separati. "Rose - ha spiegato all'ANSA James R. Roberts - sovrintendente del Jfk National Historic Site - per partorire scelse il letto vicino alla finestra in modo che il dottore avesse piu' luce". La casa su Beals Street ha cinque stanze da letto e fu acquistata da Joseph P. Kennedy nel 1914 per seimila e 500 dollari. La famiglia vi rimase fino al 1920 ossia quando divenne troppo piccola per contenere due genitori, quattro figli, due cameriere e all'occasione svariati ospiti. Aveva, infatti, solo cinque stanze da letto e un bagno. Dopo essere stata venduta dai Kennedy, la casa cambio' tre diverse proprieta' finche' non fu riacquistata da Rose Kennedy nel 1966 la quale prima di donarla al National Park Service decise di decorarla in modo da riportarla indietro nel tempo al momento della nascita di Jfk. "Tutti gli orologi - continua Roberts - sono fermi alle 15, ossia l'ora in cui nacque John Fitzgerald Kennedy".

Le pareti della casa sono disseminate di fotografie della famiglia Kennedy. In una delle stanze e' stata anche ricreata una stanza del bebe' con la culla dove effettivamente dormiva il piccolo Kennedy. Nella sala da pranzo, oltre al tavolo principale dove sedevano i grandi, c'e' un tavolo piu' piccolo a due posti dove sedevano Jack e il fratello maggiore Joe (Joseph Patrick Kennedy). "Il soggiorno - spiega ancora Roberts - era il luogo dove Joseph e Rose la sera leggevano e in particolare durante le vacanze natalizie, Rose suonava il piano e i bambini cantavano".

La casa a Brookline era inoltre molto apprezzata dai Kennedy perché' vicina ai parchi giochi, ad una chiesa cattolica, a buone scuole e ben collegata dal punto di vista dei trasporti. Non a caso quando decisero di trasferirsi per motivi di spazio, acquistarono un'altra casa piu' grande a soli pochi isolati di distanza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie