Giornata della famiglia, all'aperto nel Lazio dalla Tuscia a Santa Severa

Lontane dalla città esperienze per tutti

Redazione ANSA

TUSCIA - Le riaperture coincidono con una delle ricorrenze più amate dell'anno: il 15 maggio è la Giornata internazionale delle famiglie.
Una giornata da vivere insieme nonni e nipoti, genitori e figli, rigorosamente all'aperto e nel rispetto delle norme per contrastare l’emergenza covid. Nel Lazio sono tantissimi gli itinerari da scoprire e gli eventi a cui partecipare per godersi questo sabato speciale insieme ai propri cari - in sicurezza e in mezzo al verde, lontano dal caos della città.
In Tuscia, ad esempio, sono proprio le famiglie ad essere protagoniste dei nuovi percorsi proposti da Tuscia Experience, con tanti incontri presso le aziende agricole, botteghe e frantoi dove il sapere artigiano si trasmette di generazione in generazione. Si potrà anche partecipare a veri e propri workshop creativi presso le botteghe artigiane del posto - portando a casa come souvenir il prodotto realizzato con il proprio lavoro - o scoprire i segreti degli uliveti e delle aziende agricole, deliziando i cinque sensi fra conoscenza e degustazioni.
C’è spazio anche per lo sport all’aria aperta, con escursioni e passeggiate - da fare a piedi, in bici o a cavallo: in Tuscia lo slow tourism si mescola così a laboratori e visite guidate per grandi e piccini, per una giornata alla scoperta di deliziosi borghi, paesaggi naturali indimenticabili ed esperienze uniche. Le esperienze e gli itinerari sono visibili sul sito www.tusciawelcome.it/it/tuscia-welcome_37/turismo-esperienziale_133/ e per partecipare è necessario prenotare scrivendo a marketing@vt.camcom.it
Natura e Ambiente al centro di un altro evento per tutta la famiglia al Teatro del Lido di Ostia: si tratta di QuinteScienza, percorso di spettacolo dal vivo che propone al pubblico un viaggio scenico tra cielo e terra, spazio e abisso. Le grandi tematiche ambientali contemporanee narrate attraverso diversi linguaggi, spaziando dagli spettacoli, alla realtà aumentata, dalle conferenze spettacolo, ai laboratori.
Sabato 15 maggio andrà in scena Habitat Narutale, di Elisabetta Granara con La Piccionaia Centro di produzione teatrale e B.Motion Operaestate, in collaborazione con Fondazione Luzzati - Teatro della Tosse. L’evento è gratuito e gli ingressi sono naturalmente contingentati, pertanto è obbligatorio effettuare la prenotazione tramite la piattaforma eventbrite; i link eventbrite saranno disponibili sulla Pagina Fb QuinteScienza e sui siti www.affabulazione.net e www.teatrodellido.it (per info scrivere a quintescienza@gmail.com).
Anche al Castello di Santa Severa, il 15 maggio, spazio alla creatività, ai più giovani e alle nuove tecnologie, nella ardua ma stimolante scoperta del significato del termine “paura”. Dal 14 al 16 maggio si terrà infatti il secondo Boot Camp del progetto "Stati d'animo", organizzato da Dominio Pubblico e dall’associazione Be pop, al Castello di Santa Severa, spazio della Regione Lazio gestito dalla società regionale LAZIOcrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella.
Si tratta di un laboratorio di tre giorni dal titolo "Provare paura”: i partecipanti proveranno a dare voce a un’emozione primaria ancora così centrale e spesso usata per creare barriere e distanze. Il tutto al Castello di Santa Severa che, come tutti i castelli che si rispettino, ha una storia di fantasmi da raccontare, e per l’occasione, si trasformerà in inedito scenario della proiezione di Segnale d’allarme - La mia Battaglia VR: spettacolo in realtà virtuale, di e con Elio Germano, in visione esclusiva attraverso speciali visori 360.
Si potrà accedere al piazzale del Castello per assistere agli spettacoli, anche in questo caso tutti gratuiti, previa prenotazione tramite Eventbrite.it fino a un massimo di 50 posti. Per info e prenotazioni scrivere a info@dominiopubblicoteatro.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie