Da ristorante a museo, nasce spazio polifunzionale Officine Bocelli a Lajatico

Redazione ANSA LAJATICO (PISA)

LAJATICO - Caffè, ristorante, enoteca, ma anche museo e forse un giorno auditorium da 500 posti con una scuola di formazione legata alla lirica e alle arti sceniche.
    Ecco lo spazio multifunzionale 'Officine Bocelli', che sarà inaugurato domani a Lajatico dal tenore Andrea Bocelli insieme alla sua famiglia. Il legame tra il tenore e la Toscana è sempre stato molto forte, ed è proprio sulla base di questo vincolo affettivo che, dopo il Teatro del Silenzio, nasce l'idea di un'ulteriore area capace di valorizzare proprio quella terra, unendo la ristorazione e l'arte. C'è spazio quindi per il caffè, ristorante braceria, enoteca e casual & local gourmet food, ma anche il 'Casa Bocelli museum' al piano superiore con fotografie, riconoscimenti e rarità capaci di raccontare l'uomo e l'artista Andrea Bocelli. "Ho viaggiato in tutto il mondo - spiega il tenore - ho conosciuto gente, ho fatto esperienze d'ogni genere, eppure più vado lontano, più sento il bisogno di ritornare, là dove la vita mi sembra più semplice e più bella, sotto il cielo della Toscana: qui, dove sono nato e cresciuto in mezzo alla natura, tra i suoni e i profumi dell'aperta campagna". Il nome "Officine Bocelli" si rifà alle radici della famiglia e a quelle antiche "Officine Bocelli" create dal nonno di Andrea e il fratello Alberto, Alcide, piccolo proprietario terriero che trasformò l'attività agreste di famiglia in un'attività mercantile di macchine agricole. L'idea futura è anche quella di attivare, nella stessa area, un auditorium da 500 posti, una galleria d'arte e una scuola di formazione legata alla lirica e alle arti sceniche. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie