Rigenerarsi nella natura austriaca

Estate della rinascita tra parchi e nuovi sentieri da scoprire

di Ida Bini VIENNA

VIENNA - Apprezzare la bellezza di paesaggi, storie e tradizioni; rigenerarsi nel verde di parchi, montagne e giardini; personalizzare la vacanza tra le tantissime nuove proposte: l'Austria invita a viaggiare in sicurezza dopo i difficili mesi di emergenza sanitaria con offerte vantaggiose, nuove ristrutturazioni, progetti di turismo sostenibile e proposte di sport ed esperienze all'aria aperta, nei parchi e lungo i tantissimi sentieri. Gli amanti delle escursioni, in particolare, possono seguire nuovi percorsi come il sentiero panoramico degli Alti Tauri, che offre una magnifica vista sulle montagne più alte del Paese fino al Parco nazionale omonimo. Chi ama la bicicletta ha una vastissima scelta di itinerari, aree attrezzate e servizi ad hoc, a cominciare dal Salisburghese e dalla Carinzia, regioni adatte a chi viaggia con tutta la famiglia. Il periodo di pausa ha generato molte idee creative e suggerimenti per un turismo più consapevole e sostenibile. A partire dalla capitale Vienna dove sono nati l'hotel The Wood, albergo completamente in legno ed eco-sostenibile, e Gilbert, hotel ripensato come un'oasi verde, dove staccare la spina. Grande spazio viene dato al benessere psicofisico con la creazione di zone verdi e la possibilità di rigenerarsi tra le montagne e la natura.

Tantissime sono le proposte, come il borgo-hotel di Morgenfurt con strutture realizzate in pietra, legno e terra scavate dentro i pendii erbosi; oppure l'Hotel Klosterbräu di Seefeld, famoso per il centro benessere a cui è stato aggiunto un grande giardino con alberi da frutto, orti, erbe aromatiche e una coltivazione di luppolo per la produzione della birra. Tra le esperienze che meritano di essere scoperte, si segnalano la "via dei castelli" in Tirolo, nuovo itinerario turistico che si snoda per oltre 50 chilometri lungo le fortezze di Landeck, Biedenegg e Wiesberg e le antiche rovine di Kronburg; il "sentiero delle canzoni" nella valle di Wildschonau tra le Alpi di Kitzbuhel, con 12 stazioni da scoprire guidati dallo smartphone e dal codice QR. Nel Salisburghese c'è il Gravel biking, esperienza adrenalinica che si pratica con le biciclette dotate di pneumatici chiodati per i fondi sterrati.

Al confine con la Carinzia si snoda la "Via lattea", un progetto pensato per scoprire i caseifici d'alpeggio con percorsi e strutture che sembrano riprodurre le stelle del cielo. Non mancano, ovviamente, le proposte artistiche, musicali e gastronomiche, soprattutto a Vienna, Salisburgo e Innsbruck. Tra queste si segnalano la mostra "Le donne della Wiener Werkstätte", al Museo di arti applicate di Vienna sull'artigianato femminile tra il 1903 e il 1932; il festival di Salisburgo che riprende i festeggiamenti per i 100 anni dell'anno scorso, e la Carinzia, denominata prima destinazione "slow food travel".

Quest'anno, inoltre, i 6 parchi nazionali austriaci compiono 50 anni e si mostrano in tutta la loro maestosità e bellezza con il costante impegno verso la natura e la biodiversità. Il parco nazionale degli Alti Tauri è l'area protetta più antica e grande dell'Austria; il suo habitat di enorme biodiversità è un trionfo del paesaggio alpino con 342 ghiacciai e l'area selvaggia delle valli di Sulzbach. Il parco nazionale Donau-Auen, tra Vienna e Bratislava, è il luogo naturale dove scorre il Danubio e dove l'area protetta assicura la sopravvivenza di numerose specie faunistiche in pericolo. Il parco nazionale Gesäuse è caratterizzato dalle rapide del fiume Enns e dalle montagne calcaree dei gruppi Reichenstein, Buchstein e Hochtor, patrimonio naturale eccezionale. Il parco nazionale Kalkalpen custodisce la più grande foresta selvaggia d'Austria, lungo gole nascoste e ruscelli di montagna incontaminati; il parco nazionale Neusiedler See-Seewinkel protegge una zona di confine sul bordo orientale delle Alpi e occidentale della pianura pannonica di enorme biodiversità per migliaia di volatili.

Infine c'è il parco Nazionale Thayatal che custodisce uno dei paesaggi fluviali più belli e ricchi di specie in Europa; ed è in particolare il rifugio del gatto selvatico. Per maggiori informazioni e per organizzare il viaggio: austria.info/it.

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie