Parte da Venezia Anno Turismo Ue-Cina, 122 mln turisti

All'inaugurazione il 19 gennaio Franceschini, Tajani e Angelkova

di Cinzia Conti ROMA

VENEZIA - Oltre 8 milioni di arrivi e 20 milioni di pernottamenti (con una crescita del 12% tra il 2014-16) e 8 miliardi di spesa nel 2016 solo in Europa, 122 milioni di cinesi in viaggio per il mondo. Sono alcuni numeri, o per meglio dire la punta dell'iceberg, di quel colosso che è - e soprattutto sarà nel prossimo futuro - il turismo cinese, anche considerando che meno del 10% della popolazione ha il passaporto. L'Europa non può e non vuole perdere questa enorme "onda" turistica ed economica e si prepara con l'Anno del Turismo Europa-Cina che sarà inaugurato il 19 gennaio a Venezia alla presenza del ministro Dario Franceschini, del presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e del ministro del Turismo della Bulgaria - Presidenza del Consiglio dell'Unione europea Nikolina Angelkova.
    Ma sono tantissimi gli interlocutori tra leader istituzionali e operatori che si riuniranno in Laguna (tra Palazzo Ducale, Casinò e Fondaco dei tedeschi) per fare il punto su cosa cerca il turista cinese e cosa possono fare Italia ed Europa per intercettarlo: da Dai Bin, presidente di China Tourism Academy al commissario europeo Elzbieta Bienkowska, da Du Jiang, vice presidente di China National Tourism Administration, a Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell'Unione per gli Affari Esteri, dal governatore del Veneto Luca Zaia a Pansy Ho, Foundatore e Presidente di Global Tourism Economy Research Centre.
    La Cina del resto è il più grande mercato del turismo sia in termini di spesa che di numero di viaggi verso l'estero ma i passi da fare sono ancora molti dato che l'espansione potrebbe essere fatta aumentare a dismisura sia dall'abbattimento dei vincoli burocratici (visti e passaporti), sia da una maggiore presenza di operatori parlanti cinese, sia dal miglioramento della connettività aerea, sia da una maggiore attenzione generale alla particolarità di questo pubblico, alle sue richieste (dal classico bollitore del tè al wi-fi libero ovunque) e ai suoi usi e costumi.
    Partner in esclusiva per l'organizzazione di tutti gli eventi di promozione dell'Anno del turismo Europa-Cina è Welcome Chinese, unica certificazione ufficiale riconosciuta dal Governo cinese, dedicata all'ospitalità dei cinesi che viaggiano, emessa dalla China Tourism Academy in collaborazione con China Central Television (CCTV), rete televisiva nazionale, China Union Pay, unico circuito di carte di credito emesso in Cina. Dopo Venezia, il secondo evento si svolgerà a Berlino il 6 marzo, in concomitanza con la più grande fiera turistica in Europa, l'Itb, e il terzo il 16 aprile a Pechino.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie