Rigenerarsi in Valle Aurina tra passeggiate e degustazioni

Tante attività come yoga, musica e tour tra le erbe officinali

di Ida Bini CAMPO TURES

CAMPO TURES, 02 MAG - Torniamo finalmente a viaggiare, a programmare le vacanze e a muoverci tra le regioni in giallo, anche se la prudenza è sempre raccomandata assieme alle basilari norme di sicurezza, come l'uso della mascherina e il distanziamento fisico. La voglia di stare all'aria aperta è forte: sentiamo la necessità di connetterci con la natura, di fare escursioni e di prenotare vacanze sicure e in libertà. Le proposte per chi ama camminare in montagna e nella natura sono numerose e diversificate in base alle singole esigenze. Nella parte più settentrionale dell'Alto Adige, quasi al confine con l'Austria, la Valle Aurina è un territorio circondato da maestose cime dolomitiche e ricoperto da prati verdeggianti, foreste rigogliose e sorgenti d'acqua pura. E' un luogo poco frequentato che offre vacanze sicure e tranquille oltre che benefici per la salute e il benessere mentale.
    La Valle Aurina accoglie escursionisti, amanti del nordic walking, scalatori, famiglie e sportivi che possono godere della bellezza di paesaggi naturali da cartolina. E' una cornice alpina molto attraente per chi ama rilassarsi sdraiato su un campo di fiori o rigenerarsi con passeggiate che costeggiano le rive di laghi cristallini. Quattro sono le cittadine che accolgono: Campo Tures, Valle Aurina, Predoi e Selva dei Molini; numerosi sono anche i villaggi e i borghi del territorio che regalano paesaggi fiabeschi. L'intera valle è attraversata da una rete di 850 chilometri tra tracciati e sentieri che arrivano sulle cime più panoramiche, come quella a 2.866 metri d'altezza di Vetta d'Italia, il punto più a nord del Paese, che si raggiunge dall'abitato di Casere attraverso un itinerario per escursionisti esperti lungo circa 20 chilometri e con un dislivello di 1.280 metri. C'è anche il sentiero di san Francesco che da Campo Tures arriva alle tre cascate del parco naturale delle Vedrette di Ries-Aurina, uno spettacolo naturale straordinario nel cuore delle Alpi dello Zillertal. Per chi non ama camminare in salita, a maggio e a giugno le cabinovie Speikboden e Klausberg permettono di accedere gratuitamente ai panorami d'alta quota, ai rifugi e alle tante e divertenti attrazioni come le montagne russe alpine, il Family Acquapark con zip-line, il parco giochi Dinoland e il mini-zoo. La valle è caratterizzata da numerosi corsi d'acqua e da più di 30 ghiacciai che assicurano 120 sorgenti di acqua potabile, 10 cascate e 35 laghi di montagna, tra cui il primo balneabile dell'Alto Adige. Il parco naturale è un susseguirsi di aree boschive, il luogo ideale per praticare il forest bathing, la pratica di camminare in un bosco che fa bene al corpo e alla mente, riducendo lo stress. In mezzo alla natura si fanno anche meditazione, yoga e percorsi Kneipp: ogni settimana sono in programma attività che risvegliano i cinque sensi tra sorgenti di acqua incontaminata, boschi e masi di montagna, dalle cime al fondovalle. Le attività si possono prenotare a un prezzo ridotto con l'acquisto della Holidaypass, tessera vantaggiosa per i numerosi sconti e per l'uso gratuito di tutti i mezzi di trasporto pubblico dell'Alto Adige. Tra le proposte ci sono le escursioni con guide esperte lungo il sentiero della salute di Predoi, che permette di provare i benefici del metodo Kneipp; l'Almhopping, un tour delle malghe tra tradizioni e benessere; l'emozionante forest bathing a Campo Tures per riscoprire il potere curativo del bosco e ricaricarsi di nuove energie. Si può anche partecipare alle lezioni di yoga nel fienile e fare meditazione musicale nel Centro climatico di Predoi, un'antica miniera di estrazione del rame, nel cuore della montagna, dove il particolare microclima permette di praticare la speleoterapia. Non mancano le escursioni alla scoperta delle erbe officinali, le visite guidate al caseificio Goasroscht e al maso Moserhof, specializzato in agricoltura biologica e lavorazione del latte, per scoprire i sapori antichi del territorio. Tra le prelibatezze gastronomiche della Valle c'è il formaggio grigio, presidio Slow Food: il "Graukäse della Valle Aurina" è prodotto nei numerosi caseifici secondo metodi tradizionali. E' un cacio senza crosta molto apprezzato e utilizzato anche nell'alta cucina per il suo gusto e il basso contenuto di grassi, lattosio e colesterolo. Immancabili sono le soste gourmet in montagna: Valle Aurina ospita 164 malghe e 7 rifugi che si possono facilmente raggiungere a piedi in lunghe camminate o con le escursioni guidate alla scoperta dei sapori tradizionali. Tra le tante strutture merita una visita anche il rifugio Sasso Nero, che si trova a 3mila metri di quota al confine con l'Austria: è un edificio a torre incastonato nella roccia che appare mutevole a seconda del punto di osservazione.
    La sua facciata in rame, modellata e plasmata dalle stagioni e dagli agenti atmosferici, si inserisce in perfetta armonia con il paesaggio.
    Tra le tante attività ci sono anche la passeggiata con la carrozza trainata dai cavalli e il tour culturale nel villaggio dei mulini. Nei comprensori Speikboden e Klausberg, inoltre, a maggio e a giugno l'iniziativa MindfulMountainDays propone alcune occasioni di relax nella natura con insegnanti di meditazione, respirazione e yoga; sono previste escursioni, passeggiate con degustazioni nelle malghe, concerti nella natura come quello jazz allo Speikboden il 27 giugno.
    Per maggiori informazioni e conoscere il programma completo di MindfulMountainDays: www.ahrntal.com/it (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie