Musei e mostre, si riparte in ordine sparso

A Roma Gnam e Borghese, Pompei dal 26 maggio, in tanti a giugno

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Prenotazioni online per contingentare gli ingressi, obbligo di mascherina, ricambio d'aria, disinfezione degli ambienti, gel a disposizione dei visitatori, distanze di sicurezza. Prove di ripartenza per musei e siti archeologici: da domani, 18 maggio, data che coincide con la Giornata internazionale dei musei, potranno riaprire i battenti.
    Ma la fruizione della bellezza dovrà procedere con cautela: se all'appuntamento si fanno trovare pronti gli scavi di Paestum e Gnam e Galleria Borghese a Roma accoglieranno di nuovo il pubblico da martedì 19 maggio, per il Colosseo bisognerà aspettare probabilmente il 28, per Pompei il 26 maggio, mentre Brera a Milano per ora resta chiusa, per il 'rodaggio' delle nuove procedure.
    In LOMBARDIA - Porte ancora chiuse a Milano per il Museo del Novecento, la Galleria di Arte Moderna, il Museo archeologico, i Musei del Castello Sforzesco, per il Mudec. Off limits ancora la Pinacoteca di Brera, per ripartire in totale sicurezza a pieno regime. A Bergamo, invece, dal 22 maggio si potrà accedere ai musei civici nel week end, con sistemi di controllo dei flussi d'entrata e d'uscita e presenze contingentate.
    In PIEMONTE riapre il 18 maggio a Torino Camera, il Centro Italiano per la Fotografia, gratis per il personale sanitario e la Protezione civile. L'Egizio punta a riaprire a inizio giugno.
    In VENETO ripartenza al ralenti. A Venezia bisognerà aspettare inizio giugno per tornare a Palazzo Ducale, al Museo Correr e al Museo del Vetro. Intanto però, già dal 18 maggio, apre Villa Pisani a Stra. Il 2 giugno dovrebbe toccare alla collezione Guggenheim. Città apripista è Padova, che già dal 18 maggio riapre la Cappella degli Scrovegni; a metà giugno le ripartenze dell'Arena e dei musei civici di Verona.
    Ancora in stand by in FRIULI VENEZIA GIULIA i principali musei. Il 2 giugno potrebbe ripartire il Museo archeologico nazionale di Aquileia (Udine), il 25 maggio porte aperte al parco di Miramare (ma non al Castello) di Trieste.
    In LIGURIA da martedì 19 maggio si può tornare a Palazzo Ducale, a Genova, per la mostra 'Il secondo principio di un artista chiamato Banksy', ma anche al museo della Lanterna, al parco e al museo D'Albertis e al parco di villa Pallavicini. Dal 2 giugno, a orario ridotto, aprono Palazzo Reale e Palazzo Spinola.
    Aperture diversificate anche in EMILIA ROMAGNA: Bologna, Reggio Emilia e Forlì dal 19 maggio, Modena il 20 e Ravenna il 23. Anche la TOSCANA riparte a macchia di leopardo. A Firenze resta chiuso Palazzo Vecchio, mentre il complesso delle Gallerie degli Uffizi sta lavorando per riaprire, ma al momento manca una data certa. L'Opera di Santa Croce riaprirà nel week end offrendo visite gratuite. Da definire a Pisa la riapertura della Torre e di piazza dei Miracoli.
    A ROMA per il Colosseo bisognerà aspettare con ogni probabilità il 28 maggio. Ma già da martedì 19 riaprono la Galleria nazionale di arte moderna e la Galleria Borghese (massimo 80 persone per turno), il Palazzo delle Esposizioni con le mostre Jim Dine, Gabriele Basilico-Metropoli e Condizione Assange. Per il Maxxi riavvio graduale: il 19 riapre la Biblioteca e, su prenotazione, l'Archivio Arte e l'Archivio Architettura. La prima mostra a riaprire negli ultimi 2 weekend di maggio è Gio Ponti. Amare l'architettura. Dal 19 maggio, porte aperte ai Capitolini, al Museo di Roma a Palazzo Braschi (con la mostra Canova. Eterna bellezza, prorogata fino al 21 giugno). Dal 2 giugno aperti Ara Pacis, Mercati di Traiano, Fori Imperiali.
    La Galleria Nazionale dell'UMBRIA a Perugia e la Galleria Nazionale delle MARCHE di Urbino riapriranno il 28 maggio.
    Slitta ai prossimi giorni la riapertura dei musei in CAMPANIA: il Mann, Museo archeologico nazionale di Napoli, e il Museo di Capodimonte riprendono le attività il 2 giugno: dal 18 maggio cancelli aperti solo per il Bosco di Capodimonte. Il parco archeologico di Pompei riapre il 26 maggio e solo con una passeggiata a itinerario prestabilito tra i viali della città antica, per il momento senza accesso alle domus. Porte aperte invece dal 18 maggio nell'area archeologica di Paestum. A Napoli aperto anche Castel Sant'Elmo.
    Bisognerà aspettare giugno per ammirare i Bronzi di Riace nel Museo archeologico nazionale di REGGIO CALABRIA, e così per entrare al MarTa a TARANTO, mentre in SICILIA musei e Parchi archeologici, dalla Valle dei Templi di Agrigento a Selinunte a Taormina riaprono il 25 maggio. In SARDEGNA si punta a riaprire a Cagliari Galleria comunale, Museo Siamese e Palazzo di Città entro la prossima settimana.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie