Pasta all'uovo, yoga e danze, Airbnb lancia le esperienze da remoto

Redazione ANSA

Danze irlandesi, pasta fatta in casa con le ricette delle nonne italiane, meditazione con una violoncellista o con un monaco buddhista ma anche cosmesi con prodotti naturali che abbiamo in casa, conoscenza con pinguini e cani e addirittura rilassamento guidato con una pecora. Dopo essere scesi in campo mettendo a disposizione di medici e infermieri impegnati nella lotta al coronavirus più di 4000 case (a titolo gratuito o a prezzi calmierati) gli host di Airbnb si rivolgono anche a chi sta passando queste ore chiuso in casa per arginare la diffusione della malattia lanciando le "esperienze online". E lo fa mettendo come al solito al centro le persone e il loro bagaglio umano e culturale per permettere a chi sta casa di viaggiare e conoscere persone nuove in modo diverso. Ma anche se questa volta "l'esperienza" passerà attraverso lo schermo di un computer, di un tablet o di uno smartphone le emozioni e in molti casi il divertimento non saranno da meno.

Con le direttive in materia di salute messe a punto per affrontare questo difficile momento, molte persone hanno dovuto rinunciare alla routine quotidiana e ad attività un tempo semplici, come recarsi al lavoro, dedicarsi ai propri hobby, fare sport. Le "eperienze online" offrono un’opportunità di cambiare questa situazione, consentendo agli host di mettere a disposizione delle esperienze che possano incidere sulla nuova routine di milioni di ospiti e generando, allo stesso tempo, un reddito. Il tutto, senza che nessuno lasci la propria casa.

"I rapporti umani - afferma Catherine Powell, Head of Airbnb Experiences - sono al centro di ciò che facciamo. Con un numero così alto di persone chiuse in casa per proteggere la propria salute e quella degli altri, vogliamo offrire la possibilità agli host di connettersi con la community di tutto il mondo nell’unico modo possibile in questo momento, online".

Una delle esperienze tricolori più gettonate che è diventata online è quella dedicata alle ricette della tradizione italiana proposta da Luca e Lorenzo nella loro casa circondata da ulivi e boschi in Toscana. "Dopo un passato al lavoro nel mondo della moda, ci siamo ritirati qui - raccontano - per dedicarci all'accoglienza e alle ricette che ci hanno insegnato le nostre nonne quando eravamo piccoli. Ed è bellissimo raccontarle e insegnarle a chi non avuto la nostra stessa opportunità oppure a anche a chi sa già cucinare ma vuole farlo assieme a noi". Uno dei primi partecipanti al loro corso online è stato Davide, un ragazzino romano di 10 anni, sfuggito alle noiose giornate di quarantena con farina e uova: "Non ci avrei mai creduto, sono riuscito a fare i ravioli, che mi piacciono tanto, tutto da solo ed erano buonissimi. Luca e Lorenzo mi hanno insegnato un trucco per tirare la pasta anche se non avevo il mattarello..." dice entusiasta.

Le "esperienze online" - 50 disponibili ad oggi in oltre 30 paesi in tutto il mondo ma l'obiettivo è raddoppiare in breve tempo - sono disponibili a partire sulla piattaforma Airbnb al sito airbnb.com/online-experiences a un prezzo che va da 1 a 40 euro: chiunque voglia partecipare, può effettuare la prenotazione attraverso la pagina dedicata all'esperienza selezionata; una volta che la prenotazione è andata a buon fine, l’ospite riceverà un link Zoom al quale connettersi per prendere parte all’esperienza, insieme alle indicazioni necessarie e ai materiali da procurarsi per immergersi al meglio nell’attività. Le esperienze sono aperte a tutti e i gruppi hanno la possibilità di prenotare un’esperienza in esclusiva. Sul sito airbnb.com/onlinehost tutte le informazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie