Da Monet e Rubens a Guttuso, a Treviso per 4 grandi mostre

Storie dell’Impressionismo ma anche le donne tra '500 e '600 e la pittura italia nel '900

Redazione ANSA Treviso

TREVISO - Da Monet e Rubens a Guttuso: si prepara un autunno di grande arte nella Marca con ben 4 mostre a Treviso dal '500 ai giorni nostri. 

STORIE DELL’IMPRESSIONISMO. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin - Il fulcro è il museo di Santa Caterina dove dal 29 ottobre al 17 aprile 2017 sarà allestita una vasta mostra che racconta, come prima mai fatto in Italia, le varie storie dell’Impressionismo. Ben 120 opere (quasi tutti dipinti, ma anche fotografe e incisioni a colori su legno), tutti i grandi nomi e con lavori fondamentali: da Manet a Degas, da Monet a Renoir, da Pissarro a Sisley, da Cézanne a Seurat, da Van Gogh a Gauguin. 

TIZIANO RUBENS REMBRANDT. L’immagine femminile tra Cinquecento e Seicento. Tre capolavori dalla Scottish National Gallery di Edimburgo - Accanto ai capolavori riuniti al Museo di Santa Caterina nella grande mostra sulla Storia dell’impressionismo, senza alcun costo aggiuntivo, i visitatori potranno godere di mostra dossier composta da sole tre, eccezionali, opere. Per Marco Goldin, organizzatore dell'esposizione, si tratta di un omaggio ai dieci milioni di appassionati che hanno visitato le mostre promosse dalla sua Linea d’ombra nei vent’anni di attività che si compiono proprio in occasione del ritorno del critico nella sua Treviso. 

DA GUTTUSO A VEDOVA A SCHIFANO. Il filo della pittura in Italia nel secondo Novecento - Sempre a Santa Caterina dal 29 ottobre al 17 aprile un percorso − attraverso la selezione di 55 importanti autori nati tra il secondo e il quarto decennio del XX secolo − della pittura italiana dall’anno che segue la chiusura della Seconda guerra mondiale per giungere precisamente all’anno 2000.

DE PICTURA. 12 pittori in Italia - Sempre negli stessi giorni Unindustria Treviso apre i battenti della propria sede nobile di Palazzo Giacomelli, per accogliere i visitatori della mostra De Pictura, nella quale Goldin riprende le fila, a distanza di vent’anni, dell’indagine da lui avviata nel 1995 a Palazzo Sarcinelli di Conegliano con la mostra Pittura come pittura.

www.lineadombra.it

 

 

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie