Piccoli produttori in difficoltà, Volpi anticipa pagamenti

Tra novità azienda tortonese debutto del Metodo Classico '914'

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 25 NOV - Cantine Volpi, azienda vitivinicola di Tortona (Alessandria) anticipa al 15 dicembre il pagamento a tutti i fornitori del 100% delle uve conferite. Lo ha deciso la famiglia Volpi, per sostenere in particolare i piccoli produttori che conferiscono le uve a Volpi, in difficoltà per la scarsa quantità dell'ultima vendemmia e per i disagi degli ultimi due anni. La prassi prevede che il pagamento venga effettuato in due tranches: un acconto prima e il saldo nell'anno successivo alla vendemmia. L'azienda tortonese ha deciso di pagare tutto entro metà dicembre. "Negli oltre 100 anni di vita, la nostra azienda è riuscita a crescere anche e soprattutto - spiega Carlo Volpi - grazie alla fiducia, all'onestà e al sostegno dell'intero tessuto sociale e produttivo dei Colli Tortonesi. Ora tocca a noi supportare il nostro territorio e la sua filiera. E l'anticipo nei pagamenti è uno dei modi più diretti e concreti con cui possiamo e vogliamo farlo".

Cantine Volpi sta completando gli adempimenti per ottenere nel 2022 la certificazione Equalitas, uno dei primi standard privati di sostenibilità avviati in Italia. Tra le novità dell'azienda tortonese, il debutto di '914', il primo Metodo Classico Colli Tortonesi delle Cantine Volpi. Il 22 novembre è avvenuta la 'sboccatura', dopo un riposo di 30 mesi sui lieviti.

'Il '914' - spiega Marco Volpi, figlio di Carlo - è il nostro numero magico: l'azienda è nata nel 1914, sono 914 i giorni di riposo sui lieviti e 914 le bottiglie prodotte". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie