Italia beve più Borgogna, Famille Helfrich raddoppia export

Les Grands Chais de France n.1 esportatore vino francese a mondo

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Negli ultimi quattro anni ha più che raddoppiato il valore dei vini di Borgogna, sia bianchi che rossi, venduti in Italia, passando dalle 56mila bottiglie del 2017 per un controvalore di 249mila euro alle 89mila bottiglie del 2020 sul mercato per 510mila euro, registrando in tre anni incremento del 9% su tutti i canali distributivi, tra Horeca e Gdo (grande distribuzione). Il gruppo Les Grands Chais de France, fondato nel 1979 dalla Famille Helfrich e tuttora a conduzione familiare, è il primo esportatore di vino francese nel mondo, con più di 178 Paesi raggiunti, e sta letteralmente conquistando il mercato italiano con un +720% sul fatturato on trade negli ultimi tre anni e vendite che sfiorano le 850.000 bottiglie vendute in un anno, come sottolineato dalla country manager Italia Romina Romano in una serie di incontri a Firenze, Roma e Amalfi. La crisi e l'emergenza sanitaria non sembrano aver dunque frenato i consumi di questi nettari d'oltralpe di fascia medio alta venduti da Les Grands Chais de France in distribuzione diretta, con magazzino in Italia che evita ulteriori passaggi dall'importatore calmierando di fatto i listini. "Il consumatore italiano - ha detto la Romano - è un grande appassionato di Borgogna con gli Chablis di Chartron et Trébuchet che incarna la sontuosità dei grandi chardonnay del 'Triangolo d'oro' della Côte de Beaune. In generale, grazie alla nostra forte potenza commerciale - ha sottolineato - il gruppo vende nel mondo 1 bottiglia su 4 di vino francese. Una proporzione che speriamo di poter presto sviluppare anche in Italia. Grazie anche alla presenza sugli scaffali delle principali enoteche lungo alla Penisola e alla distribuzione all'estero di diverse griffe italiane, come Masi, Frescobaldi e Villa Sandi, per citarne alcuni".

Les Grands Chais de France possiede 78 Domaine di proprietà nei territori più vocati d'Oltralpe per la produzione di vini fermi.

La famiglia Helfrich è anche uno degli autorevoli négociants che presidiano la Place di Bordeaux con la vendita 'en primeur'. La coltivazione biologica rappresenta il 23% della superficie coltivata. Il fatturato complessivo di Les Grands Chais de France nel 2019 è stato pari a oltre 1 miliardo di euro per 550 milioni di bottiglie vendute in tutto il mondo. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie