Vernaccia San Gimignano, +13% primi quattro mesi 2021

Imbottigliamenti riallineatisi a valori anni pre-Covid

Redazione ANSA SAN GIMIGNANO (SIENA)

(ANSA) - SAN GIMIGNANO (SIENA), 24 MAG - Il vino Vernaccia di San Gimignano (Siena) nei primi quattro mesi del 2021 ha registrato un andamento degli imbottigliamenti molto incoraggiante con un incremento superiore al 13% rispetto al 2020 e in linea con quello degli anni precedenti alla pandemia.

In particolare nel primo quadrimestre 2021 la Vernaccia segna 2.013.484 bottiglie vendute, quota superiore alle 1.778.325 bottiglie dello stesso periodo nel 2020, in linea con le 2.058.792 bottiglie dei primi quattro mesi del 2019 e sopra al 1.942.658 bottiglie del 2018. I dati mensili dell'imbottigliamento nel 2020 sono stati influenzati da Covid e lockdown: alla fine del 2020 si sono avuti 4.337.213 imbottigliamenti a fronte dei 4.672.253 del 2019 con calo contenuto a circa il -6%. Inoltre nella vendemmia 2020 sono stati prodotti 36.188,72 ettolitri di Vernaccia (730 gli ettari dichiarati) dato che registra un calo di circa il 10% rispetto al 2019 quando furono 39.381 ettolitri. Nel 2020 il totale di ettolitri di Vernaccia messi sul mercato sono stati 32.911 con un calo rispetto al 2019 del -6,3%. I dati sono stati resi noti durante l'Anteprima della Vernaccia di cui c'è stata la prima parte. "Siamo molto soddisfatti di essere riusciti a realizzare la nostra Anteprima e del risultato raggiunto - dichiara Irina Strozzi, presidente del Consorzio del Vino Vernaccia di San Gimignano - Lo sforzo organizzativo è stato enorme, dobbiamo ringraziare tutti per la collaborazione, in primis l'Amministrazione Comunale di San Gimignano e quella della Regione Toscana, ma anche tutti i nostri ospiti che si sono sottoposti a tampone prima delle degustazioni". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie