Federvini,riduzione dell'accisa e stop contrassegno di Stato

Misure salva-comparto Spirits italiani in Legge di Bilancio

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 01 DIC - Per Federvini il governo e il Parlamento hanno la possibilità di testimoniare una effettiva volontà di introdurre misure di sostegno all'economia e agli operatori del settore spirits duramente colpiti sia dalla pandemia che da uno scenario internazionale a tinte fosche.È attualmente al vaglio della Commissione competente alla Camera dei deputati la Legge di Bilancio: andranno votati gli emendamenti, presentati sia dalle forze di Governo che dell'opposizione, che chiedono la riduzione dell'accisa su aperitivi, liquori, distillati, vermouth e vini liquorosi tipo il Marsala e la cancellazione del contrassegno di stato, segno di un'antiquata burocrazia. "E' un momento cruciale ed è grande l'auspicio che i parlamentari ed il Governo confermino, con la loro azione, l'intenzione di dedicare attenzione al nostro settore che versa in difficoltà" sottolinea Micaela Pallini, presidente del Gruppo Spiriti. "Le istituzioni - conclude - non possono più ignorare il grido del nostro comparto in quanto rappresenta un asset fondamentale per l'economia nazionale. Le perdite registrate, pari a - 43% solo nel canale fuori casa nel mese di novembre, stanno incidendo enormemente sulla vita delle nostre aziende. La riduzione del 5% dell'accisa e l'abolizione definitiva del contrassegno di Stato, non più necessario né ai fini fiscali né ai fini della tracciabilità, rappresentano misure indispensabili per offrire sostegno ed incentivare la semplificazione". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie