Vino: Bellanova, a gennaio Cabina di regia permanente

Lo annuncia ministro in messaggio saluto a wine2wine

Redazione ANSA VERONA

 VERONA - ''A gennaio vogliamo far partire la Cabina di regia permanente per il vino al nostro Ministero. Deve diventare il luogo dove progettare il futuro di questa filiera strategica, dove vogliamo raccogliere proposte e tradurle in risultati per le aziende''. Lo ha annunciato, in un messaggio video di saluto a wine2wine, al via oggi a Veronafiere, la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova. ''Vogliamo avere uno strumento - ha sottolineato - che dia risposte più forti al settore, coinvolgendo tutti i protagonisti di questa storia di successo e consapevoli che anche nel vino ci sono molte criticità da affrontare. Ad esempio siamo stabilmente il primo produttore al mondo di vino, come facciamo a vincere anche la sfida del valore? Tanto è stato fatto, se penso soprattutto a quanto vino del Sud oggi parta per i mercati internazionali con bottiglie che portano il nome del territorio d'origine''. Per costituire la Cabina di regia, ha precisato la ministra, ''non sarà il ministero a fissare da solo priorità e componenti. Lo decideremo insieme, perché voglio ascoltare voi operatori e creare uno strumento utile per un confronto costante con chi nel settore opera tutti i giorni e per avere tempo di dare risposte''. Secondo la ministra Bellanova, inoltre, ''semplificare è un dovere. Io non voglio assumere impegni generici, chiedo alla Cabina di regia di indicare quali adempimenti, quali circolari, quali decreti complicano la vita delle imprese. E li dobbiamo cambiare insieme. Nella scorsa legislatura abbiamo approvato il Testo unico del vino. Per me avere prodotto un solo testo con 90 articoli che sia il riferimento per il settore è un fatto importante. A distanza di 3 anni però mancano alcuni decreti attuativi e in questo primo mese di lavoro ho chiesto un dossier dettagliato sul perché non siano stati ancora emanati. E su quelli fatti dovremo valutare l'efficacia delle scelte fatte, come prevede la stessa norma. Ecco perché ribadisco la necessità della Cabina di regia, sarà il luogo ideale anche per questo lavoro''.

 

Made in Italy: Bellanova, Vinitaly ha reso vino un modello
''Avrei voluto essere con voi oggi per un confronto diretto con chi ha reso il vino un settore modello per tutto il Made in Italy. Se l'Italia è diventata una delle potenze mondiali assolute del vino è grazie al vostro impegno, alla passione di migliaia di aziende e di migliaia di enologi capaci di scrivere poesie in bottiglia. 14 miliardi di euro di valore del sistema vitivinicolo ne sono la testimonianza tangibile''. Così la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova in un videomessaggio in apertura dei lavori di wine2wine, oggi e domani a Veronafiere.

''La cultura del vino - ha detto ancora Bellanova - deve tornare anche nelle scuole, proprio perché i nostri giovani imparino il rispetto e il valore di una delle colture più tipiche della nostra terra. Non c'è regione in Italia dove il vigneto non segni un tratto distintivo e identitario del paesaggio, dove sia anche spina dorsale della tenuta socioeconomica delle aree rurali. Ed è una presenza storica.

Quale paese al mondo può vantare una tradizione del genere? Quale Paese ha 500 vitigni coltivati? Una biodiversità impareggiabile. Una tradizione che oggi dobbiamo proiettare nel futuro'' ha concluso. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie