Pokè, oggi si celebra il piatto della cucina hawaiana

Nato come spuntino consumato dai pescatori locali

Redazione ANSA ROMA

Brindisi in Italia e nel mondo, oggi 28 settembre, per la Giornata internazionale del pokè, piatto originario della cucina hawaiana nato come spuntino consumato dai pescatori locali e composto da pesce crudo, salse speziate, semi, riso e verdura assortita. Gli ultimi dati economici, che emergono dal report "Il mercato del pokè in Italia" realizzato da Cross Border Growth Capital (advisor in Italia per aumenti di capitale e operazioni di finanza straordinaria per startup e Piccole e medie imprese-Pmi), registrano per il mercato delle pokerie in Italia un valore di 86 milioni di fatturato nel 2020, arrivando a 98 milioni nel 2021. L'analisi prevede che possa raggiungere 143 milioni nel 2024.

Il successo della tendenza culinaria è confermata anche dagli ordini a domicilio: secondo l'analisi del food delivery Uber Eats gli ordini, negli ultimi dodici mesi, sono incrementati, sulla sua piattaforma, di circa il 700% rispetto alla vendita nei 12 mesi precedenti. Per food delivery Just Eat l'andamento degli ordini di poke bowl è stato invece di oltre 131.000 kg nel 2020, con una crescita del +238% rispetto all'anno precedente. Da gennaio a oggi gli ordini sono stati oltre 218.000 kg. Gli ingredienti più richiesti negli ultimi 12 mesi sono stati- informa Uber eats- edamame, avocado, salmone crudo e salsa di soia, prediligendo come base riso bianco a quello nero. Il salmone- segnala Just eat- è stato nel 2020 la tipologia di pesce più inserita nella composizione delle poke bowl con oltre 14.000 kg (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie