Governo: Cia, agricoltura non può restare senza ministro

Scanavino ringrazia Bellanova per l'impegno profuso

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 14 GEN - L'agricoltura non può restare senza un ministro di riferimento in un momento davvero complesso per il Paese, in cui il settore primario continua a mostrare tutta la sua strategicità, garantendo ogni giorno cibo fresco, sano e sicuro agli italiani. Lo sottolinea Cia-Agricoltori Italiani, intervenendo sulle dimissioni della ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova.

"Non possiamo che auspicare tempi rapidissimi nel ripristinare la guida del Mipaaf e risolvere la crisi di governo", spiega il presidente nazionale di Cia, Dino Scanavino, precisando che "le aziende agricole, così come i cittadini, hanno bisogno di certezze e stabilità per continuare a fronteggiare la pandemia in atto e imboccare la strada della ripresa". Il presidente infine ringrazia la ministra "con cui abbiamo sempre collaborato in maniera costruttiva per il lavoro fatto e l'impegno profuso a tutela e sostegno del settore agroalimentare e di tutta la filiera". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie