Pesca: Mipaaf, al via progetto acquacoltura sostenibile

Bellanova al Car, consumatore ha diritto di conoscere la qualità

Redazione ANSA

ROMA - Al via il progetto di un sistema che valorizza la qualità nazionale dell'acquacoltura sostenibile. A presentarlo è stata la ministra delle politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova durante la visita di ieri notte al padiglione ittico del Centro agroalimentare di Roma (Car), il più grande mercato all'ingrosso del Paese.

"E' nostra priorità promuovere e sostenere a livello nazionale e in Unione Europea il settore ittico e l'acquacoltura che, come tutti i settori produttivi, hanno subito un duro colpo negli ultimi mesi a causa dell'emergenza sanitaria", ha detto Bellanova che è stata accolta a Guidonia dal presidente e dal direttore del Car, Valter Giammaria e Fabio Massimo Pallottini che guida la rete di Italmercati. "Comunicare le strategie che abbiamo messo in campo è il primo passo per lo sviluppo della consapevolezza del consumatore che ha il diritto e il dovere di conoscere la qualità del prodotto ittico nazionale e i suoi standard di sicurezza", ha sottolineato la ministra, "e proprio per accompagnare questo sforzo si inquadra l'istituzione di un Regime di qualità nazionale che definisce un sistema di certificazione e qualificazione del prodotto di acquacoltura sostenibile e ne promuove il valore aggiunto, contribuendo alla tracciabilità dei prodotti in linea con il Piano strategico nazionale per l'acquacoltura".

L'iniziativa è frutto di un lavoro di squadra finanziato con fondi Ue Feamp e che ha visto collaborare ministero, Regioni, associazioni di settore e mondo scientifico, per promuovere la commercializzazione e la trasformazione dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura sostenibile; questo introducendo allo stesso tempi strumenti che valorizzano i prodotti di qualità e procedure da parte delle imprese per rendere green pesca e acquacoltura italiane.

 

Mercato ittico Car muove 80 mila ton di pesce l'anno
Il Mercato Ittico del Centro agroalimentare di Roma (Car) è il più importante polo in Italia come quantità, qualità e varietà. Ogni anno vengono commercializzate 80 mila tonnellate di prodotto ittico, di cui il 42% fresco di cattura, il 38% allevato e il 20% surgelato, il tutto su una superficie di 20 mila mq. Lo fa sapere il Car in occasione della visita della Bellanova di ieri notte, prima presenza di un ministro dell'Agricoltura in un grande mercato ittico urbano italiano. Un canale fondamentale di approvvigionamento per la produzione ittica, ricorda il Car, attraverso il quale transita il 40% del prodotto ittico consumato nel Paese e oltre il 70% del pescato nazionale.

"Ringraziamo la ministra che ha voluto mantenere l'impegno preso durante la sua recente visita al nostro Mercato Ortofrutticolo ed è ritornata per vedere anche quello Ittico nel pieno della sua attività - ha detto il presidente del Car Giammaria - una dimostrazione di apprezzamento e vicinanza per tutti gli operatori, che negli ultimi mesi hanno vissuto momenti molto difficili ma che non si sono mai arresi né fermati". "Abbiamo voluto mostrare alla ministra come il pesce qui commercializzato sia sinonimo assoluto di freschezza, reperibilità e trasparenza nella formazione dei prezzi - ha commentato il direttore Pallottini - e il fatto che la ministra abbia scelto questo luogo per presentare il nuovo Progetto Qualità del Ministero ci rende orgogliosi e ci spinge a proseguire con sempre maggiore impegno il nostro lavoro".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie