Coronavirus: Philip Morris conferma impegno su tabacco Italia

Trippella, sosteniamo produzioni italiane, soddisfatte Ont-Coldiretti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - L'emergenza coronavirus non manda in fumo le colture italiane destinate alla produzione di tabacco.

Philip Morris Italia, nella videoconferenza di Ont (Organizzazione nazionale tabacco)- Coldiretti sul programma di acquisti di tabacco greggio italiano per l'anno 2020, ha confermato che tutti gli impegni contrattuali in essere e le garanzie di assistenza tecnica e supporto associate alla contrattazione del tabacco per il raccolto 2020 risultano pienamente confermate. Inoltre sono attive ed operative con le tecnologie abilitanti disponibili. La multinazionale ha ribadito l'intenzione di confermare la partnership commerciale con i coltivatori italiani con un orizzonte certo fino ad almeno il 2023. Lo riferiscono, in una nota congiunta, Ont Italia - Coldiretti nel precisare che l'obiettivo dell'incontro con Philip Morris Italia è stato di verificare gli impatti sulla coltivazione del tabacco e la necessaria nuova organizzazione alla luce dell'emergenza Covid-19.

"La nostra filiera tabacchicola - ha precisato Cesare Trippella, direttore divisione Tabacco per la multinazionale in Italia e in Europa - comprende circa 1000 imprese in Italia, con le quali lavoriamo quotidianamente e le cui competenze rappresentano un asset per tutto il gruppo multinazionale.

Sosteniamo la produzione italiana anche in questo momento di difficoltà e oggi abbiamo voluto ribadire - ha sottolineato - che il nostro impegno non è in discussione".(ANSA)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie