Commercio: appello per ripartire dai mercati rionali di Roma

Nella Capitale 119 i rionali, urge formazione digitale ad hoc per gli operatori

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - La stagionalità dei prodotti agroalimentari alla base della Dieta Mediterranea, ha nei mercati di prossimità, i farmer's market, un buon alleato. E Roma può ben rispondere a questa istanza dei consumatori perché nella Capitale è presente un'infrastruttura importante che conta 119 mercati su tutto il territorio comunale, con 27 strutture coperte, 33 plateatici attrezzati e 53 mercati su strada.

E' quanto mette in luce il libro "Il rilancio dei mercati. Spazio pubblico, servizi comunitari ed economia circolare" che sarà presentato l'8 novembre nella sala conferenze del Mercato Testaccio dove è prevista la partecipazione dell'assessore al Commercio del Comune di Roma Carlo Cafarotti, e Sabrina Alfonsi, presidente Municipio I Centro.

Per i curatori del volume, Daniela Patti, Levante Polyak, e Manuel Torresan, ''il superamento dell'attuale crisi del mercato rionale come formula distributiva passa dal ripensamento delle attività e delle responsabilità di ciascuno, al fine di garantire un servizio efficiente e che risponda alle reali esigenze dei territori. Pertanto, tenuta ferma la proprietà pubblica delle strutture, la loro gestione deve essere collettiva, conciliando un equilibrato sostegno da parte della dimensione privata con la gestione ordinaria fatta dagli operatori del mercato, al fine di garantire la sostenibilità economica delle operazioni, ma anche un giusto livello di partecipazione che, valorizzando l'esperienza, sostenga l'occupazione e lo sviluppo delle imprese commerciali.

Il rilancio dei mercati deve passare anche per una nuova lettura e comunicazione di questi spazi e dei servizi offerti, che dovrebbe includere anche una componente digitale. Con l'avanzata della grande distribuzione e dell'e-commerce, le sfide del commercio al dettaglio oggi sono molto più complesse di un tempo e richiedono maggiori competenze ai piccoli imprenditori. Per questo, organizzare percorsi di formazione e aggiornamento è fondamentale al fine di fornire agli operatori gli strumenti necessari per essere competitivi''.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie