Peste suina: Lazio, altri 5 casi, arriva ordinanza su selezione

Nuovo caso nell'Alessandrino, in zona rossa 145

Redazione ANSA ROMA

"Salgono a 32 complessivi i casi di positività di cui 5 riscontrati in data odierna dall'Istituto Zooprofilattico su carcasse di animali all'interno della zona perimetrata. Domani andrà in giunta il Piano regionale di interventi urgenti (PRIU) per la riduzione del numero dei cinghiali. Con la delibera di domani viene rispettato l'impegno indicato dal Prefetto di Roma nelle linee di indirizzo ed in particolare nelle aree naturali protette regionali deve esser raggiunto il target minimo di 200 prelievi di selezione in 30 giorni e lo stesso obiettivo al di fuori delle aree protette regionali. Nel Lazio il numero stimato della popolazione dei cinghiali è di circa 75 mila, un numero eccessivo e al di fuori di un corretto equilibrio". Lo dichiara l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato. 

Nuovo caso nell'Alessandrino, in zona rossa 145
Nuovo caso di Peste suina africana In Piemonte, sempre tra cinghiali. L'ha accertato a Cassinelle (Alessandria) l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte Liguria Valle d'Aosta. Il numero totale delle positività al virus nella 'zona rossa' è 145, di cui 91 in Piemonte e 54 in Liguria. Finora i cinghiali infetti sono stati trovati nel territorio di 32 Comuni delle due regioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie