Xylella: Fitto e De Castro, piano di sostegno a olivicoltori

Iniziativa presentata dai due eurodeputati a governatore Puglia

Redazione ANSA BARI
(ANSA) - BARI - Un Piano di ristrutturazione post Xylella, per dare risposte al mancato reddito dei piccoli olivicoltori e dare una prospettiva futura ad un intero territorio, quello salentino, colpito dal batterio, è la proposta presentata questa mattina al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dagli eurodeputati Paolo De Castro e Raffaele Fitto.

"La Regione Puglia, - ha detto Emiliano - oltre ad investire nella ricerca per continuare a cercare la possibilità di sconfiggere il batterio ed oltre all'attuazione di una strategia che intende realizzare assieme al Governo per accelerare il più possibile nella zona cuscinetto i tagli per limitare e rallentare l'espansione della malattia, intende sostenere il settore dell'olivicoltura pugliese e si pone il problema di come far sopravvivere le imprese e soprattutto i piccoli olivicoltori. La proposta che oggi mi è stata illustrata dagli onorevoli Fitto e De Castro va in questa direzione: significare all'Unione Europea, ma anche al Governo nazionale, la necessità di consentire a queste entità decisive per la tutela del territorio e della nostra forza produttiva, di aumentare la loro capacità di resistenza sostituendo con finanziamenti i mancati introiti, ed evitare la desertificazione produttiva e del paesaggio".

Con l'appuntamento di questa mattina si è chiuso il ciclo degli incontri istituzionali tenuti dai due eurodeputati, iniziato dai commissari europei Vytenis Andriukaitis alla Salute e Philp Hogan all'Agricoltura, proseguito con il ministro all'Agricoltura, Gian Marco Centinaio e con le associazioni di categoria e ordini professionali.

"nei prossimi giorni quella che finora poteva apparire con una semplice enunciazione di buoni propositi, - hanno spiegato Fitto e De Castro - prenderà forma in un documento finale che sarà sottoposto a tutti per un impegno formale. Subito dopo la pausa di agosto contiamo di mettere intorno a un tavolo tutti i protagonisti per dare concretezza alle parole e alle buone intenzioni".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie