Costituita delegazione interministeriale a sostegno Prosecco

Entro domenica in Bahrain verdetto su candidatura Colline

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - E' stata costituita la delegazione interministeriale che sosterrà da parte italiana la valutazione della candidatura Unesco per le Colline del Prosecco Conegliano-Valdobbiadene, in partenza il 28 a Manama, in Bahrain (Golfo Persico), in occasione della sessione del Comitato del Patrimonio Unesco. A guidarla il sottosegretario agli Affari esteri Guglielmo Picchi. Lo ha annunciato, a margine dell'assemblea elettiva Ue.Coop, il ministro delle Politiche agricole e alimentari Gian Marco Centinaio.

''E' un negoziato complesso che al momento si presenta in salita - ha ammesso il ministro - perché partiamo da una precedente bocciatura della candidatura da parte dell'organo tecnico. E abbiamo contro, per motivi commerciali, sia la Francia, che però fortunatamente fa parte del comitato, che l'Ungheria. In forte opposizione la Cina che punterebbe a un suo riconoscimento. Tuttavia, ci sono altri importanti alleati, a partire dal Brasile dove la comunità veneta è ben radicata, e stiamo facendo un gran lavoro diplomatico. Siamo al calcio d'inizio, nostro obiettivo è tenere aperta la partita per un riconoscimento Unesco che potrà portare sviluppo e turismo qualificato nelle aree produttive della Docg. richiamato dalla qualità del paesaggio collinare vitato e dal buon bere moderato, come è stile nella dieta mediterranea''.

''Il governo italiano ai massimi livelli sta lavorando per ottenere l'iscrizione delle Colline del Prosecco Conegliano-Valdobbiadene già quest'anno'' ha aggiunto Pier Luigi Petrillo, esperto legale della delegazione nel precisare che ''a sostenere la posizione italiana ci sono anche Cuba e la Tunisia, e il negoziato è ancora tutto aperto. Tutto dipenderà da come giocheremo le nostre carte in Bahrain e da come evolveranno i rapporti diplomatici tra l'Italia e gli altri paesi membri del comitato''.

A questo punto, ha precisato Petrillo, ''abbiamo quattro opzioni: la prima opzione porta a confermare la bocciatura. La seconda opzione porta a superare la bocciatura e ad ottenere un rinvio di primo livello. Il che vuol dire che il dossier non è bocciato ma dovrà essere interamente riscritto se si vuole proseguire il prossimo anno. La terza opzione è il rinvio di secondo livello. Il che vuol dire che il comitato dell'Unesco ritiene il dossier molto interessante ma ancora non completo e chiede allo stato di fare qualche piccola e marginale modifica per ottenere certamente l'iscrizione il prossimo anno.La quarta opzione e ottenere l'iscrizione già quest'anno. Lavoriamo su questo obiettivo ed entro domenica conoscere l'esito di tanto impegno, nel territorio e del governo''. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie