Ue apre inchiesta sull'import del riso da Cambogia e Myanmar

Accolta richiesta Italia, decisione su Gazzetta Ufficiale

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - La Commissione europea avvierà un'inchiesta su volumi e prezzi delle importazioni di riso da Cambogia e Birmania. La decisione è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Ue a un mese dalla presentazione da parte dell'Italia, col sostegno di altri sette paesi, di una domanda per l'attivazione della clausola di salvaguardia per i risicoltori europei. Secondo la Commissione esistono "elementi di prova sufficienti a giustificare l'apertura di un procedimento".

L'inchiesta durerà un anno e dovrà verificare se le importazioni delle campagne di commercializzazione degli ultimi cinque anni, vale a dire il periodo dal 1 settembre 2012 al 31 agosto 2017, abbiano causato "gravi difficoltà" ai produttori di riso europei. Dal 2012 al 2017 le quote di mercato di riso indica cambogiano e birmano nell'Ue sono salite rispettivamente dal 13% al 21% e dallo 0% al 5%. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie