Fried Chicken Day, torna la giornata del pollo fritto

Unaitalia, consumi pro capite carni bianche a 21.43 kg

Redazione ANSA ROMA

Torna il 6 luglio, il Fried Chicken Day, giornata Internazionale dedicata al pollo fritto, specialità culinaria "a stelle e strisce" amata anche in Italia.

Il pollo fritto, proposto marinato, in salamoia, speziato, impanato, fritto a pezzi o intero, ha conquistato ad esempio - informa una nota - la cucina di chef stellati come Niko Romito ("Alt" - Castel di Sangro -L'Aquila) e le ricette No Waste (contro gli sprechi alimentari) di Takahiko Kondo , già Osteria Francescana e oggi da Gucci Osteria. Niko Romito in particolare lo propone marinato con spezie ed erbe aromatiche, cotto a vapore, raffreddato in acqua e ghiaccio e poi fritto a pressione a 170° per 9 minuti, mentre in quella di Takahiko Kondo convince la croccantezza che è data anche dalla fecola di patate che incontra l'albume d'uovo.

Nella Capitale Legs, presente nella classifica delle migliori proposte della classifica dei migliori 5 di W Il Pollo, propone invece un pollo fritto all'italiana con le sovracosce marinate in coriandolo e pepe e cotte sottovuoto e "rivestite con una panatura grossolana" per donare alla "frittura uno squisito spessore". A Milano è proposto il pollo fritto karaage de La Bentoteca servito nella tradizionale scatola-contenitore per il cibo giapponese, mentre per i tradizionalisti Giannasi offre anche i "Giannuggets" al curry, realizzati con un mix di spezie (curry, paprika e peperoncino), pangrattato speziato e frittura leggera e fragrante. A Napoli da Ros, si spazia dalle sovracosce pollo marinate in un bagno di soia, erbe aromatiche e spezie panate e fritte alle alette di pollo, alle chips di pelle di pollo con speziatura classica, con alcune specialità fritte ad aria. Secondo Unaitalia, associazione che rappresenta oltre il 90% della produzione avicola nazionale, nel 2021 le carni bianche sono le più consumate e acquistate dalle famiglie italiane con consumi pro capite arrivati a 21.43 kg, per un consumo medio di circa 2 volte alla settimana. Il 72% lo mangia almeno una volta alla settimana, al pari di pesce. Seguono manzo (54%), maiale (50%) e vitello (46%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie