Cibo a domicilio, per 42% ordinare pranzo o cena è uno sfizio

A Roma stazione metro A diventa 'Deliveroo Re di Roma'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Ordinare il pranzo o la cena tramite app avviene, nella maggior parte dei casi, per togliersi uno sfizio (42%), per superare la pigrizia di mettersi a cucinare (39%), per celebrare una occasione (14%), farsi una coccola (10%) o per segnare un giorno come diverso e speciale rispetto agli altri. E' quanto emerge da una ricerca condotta da Swg per il food delivery Deliveroo sui rituali tipici dell'esperienza del cibo a domicilio.

Con lo studio di mercato risulta che nel week-end il venerdì è il giorno del sushi (27%) , il sabato è quello della pizza (40%) o dell'etnico e la domenica parla italiano (35%). La ricerca evidenzia che un italiano su tre non riesce ad attendere il suono del campanello di casa per la consegna del cibo, risparmia le scale al rider e si fa trovare in anticipo sul portone d'ingresso. Quando invece si tratta di decidere cosa ordinare la scelta avviene d'accordo con il partner oppure si procede con una decisione democratica. Con la presentazione dell'indagine Deliveroo celebra il momento dell'attesa e i rituali del food delivery con una speciale iniziativa a Roma: la stazione della Metro A "Re di Roma" cambia nome, diventa "Deliveroo Re di Roma" e si trasforma da oggi fino al 29 maggio in un soggiorno di casa dove divertirsi interpretando i riti quotidiani di quando si ordina a domicilio. Con la speciale attivazione nella stazione della metro "Re di Roma" prende il via la campagna Tv "Io Deliveroo così" incentrata sulla relazione personale tra i clienti e il buon cibo, fatta di comportamenti e gesti quotidiani "che le persone mettono in pratica per godersi il cibo a domicilio preferito, semplicemente come piace a loro". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie