Il King Salmon della Nuova Zelanda, il "Wagyu del mare"

Ricco di olii e Omega 3, presentato da chef Lo Basso a Milano

Redazione ANSA MILANO

Crudo per comprenderne l'essenza e la qualità. Comincia cosi la degustazione del salmone neo Zelandese della Ōra King, definito dal New York Times il "Wagyu del mare" interpretato dallo chef Felix Lo Basso, ambasciatore di questo pregiatissimo pesce, allevato in modo totalmente sostenibile nelle acque cristalline delle Marlborough Sounds in Nuova Zelanda.

Ōra king è il piu grande produttore al mondo di King Salmon, prediletto dagli chef stellati dei cinque continenti, ricco di olii e omega 3. Un salmone dal colore arancione vibrante, dal sapore pieno e dalla consistenza ricca e burrosa con linee di grasso marmorizzato (da qui il paragone con il wagyu, la celebre carne giapponese) risultato di 25 anni di selezione negli allevamenti totalmente sostenibili. Rappresenta l'1% della produzione mondiale di salmone.

L'allevamento inizia nelle acque più limpide della terra, quelle che sgorgano dalle Te Waikoropupū Springs, le più grandi sorgenti d'acqua dolce della Nuova Zelanda. Entro il primo anno, i salmoni vengono trasferiti nelle acque marine in recinti con bassissima densità di allevamento: il 2% di pesce e il 98% di acqua.

Il salmone Ora King è certificato dalla Global Acquaculture Alliance per le migliori pratiche di acquacultura e raccomandato dal programma di conservazione "Ocean Wise" dell'Acquario di Vancouver come opzione sostenibile per il cibo di mare.

Presente alla degustazione Austin Brick, console generale della Nuova Zelanda a Milano che ha illustrato il lavoro costante sui controlli dell'intero sistema della pesca, e sul raggiungimento della sostenibilità ambientale e del minor impatto possibile.

"Il nostro isolamento geografico - afferma - è fondamentale per l'allevamento ittico e per la qualità del prodotto". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie