Coldiretti, ulivi al Colosseo per 7,5 milioni di turisti

Cultura e enogastronomia punti di forza vacanza Made in Italy

Redazione ANSA ROMA

E' un'oasi di 189 piante di ulivo per l'olio extravergine dell'antica Roma al Colosseo ad accogliere i 7,5 milioni di turisti pronti a tornare al monumento più visitato in Italia. Lo rende noto la Coldiretti che, in collaborazione con Unaprol, ha realizzato nel Parco archeologico la cura degli alberi e la raccolta delle olive nel pieno rispetto del loro ruolo paesaggistico e del contesto storico. Si tratta della prima iniziativa del 2021 che unisce cultura ed enogastronomia per la ripartenza del turismo e le nuove aperture delle frontiere grazie al green pass vaccinale.

"L'Italia è leader mondiale nel turismo enogastronomico che vale oltre 5 miliardi - spiega il vice presidente nazionale di Coldiretti David Granieri - con il 55% degli italiani che ha il cibo come principale motivazione di viaggio quasi il triplo rispetto a cinque anni fa in un Paese che può contare su 418 "Sigilli di Campagna Amica" nel 2021 da scoprire durante l'estate, grazie alla più grande opera di valorizzazione della biodiversità contadina mai realizzata durante la pandemia". Nel Parco archeologico del Colosseo nel paesaggio del Colle Palatino, fa sapere la Coldiretti, sono presenti ulivi di diversa epoca come accadeva nell'antichità. La civiltà romana fu quella che più d'ogni altra contribuì alla diffusione dell'olivo e al perfezionamento delle relative tecniche di coltivazione e di estrazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie