Insetti sul piatto, negli Usa si mangiano da anni

Poche regole Fda; chef stellato Andres serve cavallette saltate

Redazione ANSA NEW YORK
(ANSA) - NEW YORK, 04 MAG - Insetti sul piatto: negli Usa si mangiano da anni e hanno testimonial celebri: da anni uno degli chef americani piu' stellati, José Andrés, serve "chapulines", cavallette saltate, nel suo ristorante messicano Oyamel al centro della capitale. Assenti standard specifici, l'unica limitazione imposta dalla Food and Drug Administration e' che grilli, formiche, cicale e scorpioni, per essere immessi sul mercato, siano allevati specificamente in vista del consumo umano.

Prodotti contenenti insetti devono ovviamente seguire gli standard richiesti dalla Fda per tutti gli altri alimenti, compresi i test batteriologici e i certificati che attestano buone pratiche di produzione. L'etichetta sul prodotto deve inoltre includere il nome comune e quello scientifico e il potenziale rischio di reazioni allergiche.

Nononstante siano stati di recente omaggiati da "Time" come alimenti "sani, sostenibili e in grado di salvare il pianeta" gli insetti sul piatto sono tuttavia ancora una rarita' negli Usa e i ristoranti che li propongono ai clienti sono soprattutto etnici.

Nel frattempo tuttavia i sostenitori della "entomofagia" sono sicuri che un cambiamento culturale sia in atto, sia pure a lungo termine: "Non succedera' da un giorno all'altro e non sostituiranno la carne al cento per cento, ma tra chi tiene alla salute e alla protezione dell'ambiente la trasizione e' cominciata", ha detto alla rivista la biologa Jenna Jadin, autrice di "Cicada-licious", un libro di ricette pubblicato nel 2004 in tempo per il ritorno delle cicale a Washington dopo 17 anni passati sottoterra.

All'epoca negli Usa l'idea di mangiare insetti sembrava fantascienza: oggi il supermercato organico dove si serve la Jadin ha un intero scaffale dedicato a prodotti derivati dagli insetti: vermi coperti di cioccolata, psta di grillo, palline di grillo coperte di burro di arachidi e una linea di patatine chiamate "Chirps". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie