Federcuochi, 30% degli chef è disoccupato verso bancarotta

Pozzulo, bene Fondo Mipaaf da 1 mld ma da solo non basta

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Attualmente oltre il 30% dei cuochi italiani è disoccupato. Lo fa sapere il presidente di Federcuochi, Rocco Pozzulo, nel far presente come il comparto sia prossimo alla bancarotta. A causa della crisi generata dal lockdown si prevede che gli italiani spenderanno il 40% in meno per mangiare fuori, con una perdita stimata intorno ai 34 miliardi di euro.

"Un miliardo per la ristorazione è la boccata d'ossigeno indispensabile per la ripartenza di un settore tra i più duramente colpiti dalla pandemia", fa sapere il presidente, nel commentare la proposta della ministra Teresa Bellanova di creare un Fondo a sostegno della ristorazione. Ma questo non basta perchè, secondo il presidente, "vanno introdotte adeguate misure di detassazione e defiscalizzazione per tutto il 2021 come strategia economica per la ripresa, va incentivato l'acquisto dei prodotti 100% made in italy, così da sostenere la produzione nazionale e la ristorazione di qualità". Questo, conclude, senza dimenticare il mercato dei turisti stranieri che scelgono l'Italia come meta per le vacanze estive: lo scorso anno sono stati 16 milioni soltanto nei mesi di luglio, agosto e settembre, mentre quest'anno il turismo estero risulta praticamente azzerato. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie