Ricordi di infanzia, il 2020 dello chef Cedroni e' vintage

Ristorante stellato marchigiano riapre con viaggio nella memoria

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Non solo cucina all'avanguardia e sperimentazione di sapori contemporanei e futuribili. A Senigallia Moreno Cedroni ha aperto alla nuova stagione del ristorante, due Stelle Michelin, Madonnina del Pescatore con un viaggio a ritroso nei suoi 35 anni di attività.

"Ho ritrovato la novità nel passato" sottolinea a lo chef marchigiano presentando il menu "Ricordi d'infanzia" dove, annuncia di "ripercorrere sentieri già battuti ma esplorandoli in chiave diversa, riproponendo quindi ricette datate, attualizzate. E' bello instillare nel cliente la curiosità di riassaggiare piatti un tempo presenti in carta, mentre io ripercorro la mia storia e compio altre scoperte".

Dallo "Spaghetto 'Psichedelico'" al "Rombo al sale", Cedroni ha inventato negli anni abbinamenti a volte insospettabili, come nelle sue Capesante fritte in tempura al nero di seppia. Ricordi d'infanzia, dunque, è un viaggio nella memoria, che comprende anche i celebri "Otto cucchiai" di Cedroni che quest'anno diventano Quattro ed accolgono nuovi piacevoli abbinamenti che, tra bocconi solidi e liquidi, crudi, cotti e marinati, permettono di assaggiare sapori diversi nello stesso piatto.

"Il ricordo: da una parte la certezza, il calore, il conforto, dall'altra una nuova scoperta" conclude Cedroni, insieme al sous Chef Luca Abbadir, un punto di riferimento di questo indirizzo di cucina marinara.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie