Nascerà in Gujarat il primo food park italo-indiano

Iniziativa presentata dall'ambasciata d'Italia a Delhi e Ice

Redazione ANSA NEW DELHI

(ANSA) - NEW DELHI - Si è tenuta, in modalità virtuale, la cerimonia di lancio del progetto pilota "The Mega Food Park" con la firma di una lettera di intenti tra l'ufficio Ice di Mumbai e il Fanidhar Mega Food Park, in Gujarat. La cerimonia è avvenuta alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia in India, Vincenzo de Luca, e dell'Ambasciatrice di India in Italia, Neena Malothra. Quello lanciato oggi è il primo progetto italo-indiano di food park.

Il parco si inserisce nel settore del food-processing, che è uno dei pilastri della partnership tra i due paesi, secondo le priorità identificate in occasione del Vertice tra i due Primi Ministri tenutosi lo scorso 6 novembre. Il progetto mira a creare sinergia tra agricoltura e industria dei due Paesi e fa leva sull'expertise, sulla ricerca e sullo sviluppo di nuove e più efficienti tecnologie nel settore da parte italiana. L'Italia, inoltre, punta ad esplorare le grandi opportunità offerte dal mercato indiano, attraverso le istituzioni e aziende indiane. Il progetto, di cui sono stati promotori l'Ambasciata d'Italia a Nuova Delhi e l'Ufficio ICE di Mumbai, prevede il coinvolgimento di Regione Emilia Romagna, SACE, ANIMA (l'associazione italiana che rappresenta le aziende metalmeccaniche) e FederUnacoma (Federazione dei produttori Macchine Agricole Italiane). "PMI e tecnologia italiana, in collaborazione con i food park indiani aprono un nuovo capitolo della partnership economica tra Italia e India con un progetto pilota in un'area prioritaria d'intervento quale il food processing" ha affermato l'Ambasciatore de Luca. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie