Consorzio Olei, più olio EVO su tavole di chef e consumatori

Appello in post pandemia per spingere la ripresa

Redazione ANSA

- Un appello agli chef e a tutti i consumatori affinchè quest'anno in particolare, dopo la pandemia, riscoprano le eccellenze regionali dell'olio EVO, extra vergine di oliva, prodotti di altissima qualità che possono fare di un piatto semplice un vero capolavoro. A lanciarlo è il Consorzio Opera Olei, con i suoi sei soci rappresentativi di altrettante regioni italiane, nel post emergenza Covid-19 con un'annata che promette molto bene anche grazie a condizioni climatiche e ambientali fino ad ora favorevoli, anche se un vero bilancio si potrà fare solo a settembre alla vigilia della raccolta. Quanto al periodo del lockdown, il Consorzio denuncia un calo delle vendite come conseguenza fisiologica della situazione che ha risentito in prima battuta della mancanza di turisti sia locali che stranieri e dell'assenza della ristorazione e dell'hospitality, che resta il riferimento principale per i prodotti di alta qualità. Ciononostante alcune aziende hanno cercato di diversificare, aprendo alla grande distribuzione o rafforzando i sistemi di e-commerce. Lo stop forzato è stata anche occasione, fa sapere il Consorzio, per fare 'cultura dell'olio' attraverso dirette on line per portare l'eccellenza italiana direttamente nelle case dei consumatori. In questi mesi di lockdown, in cui lo "stare in casa" ha favorito un maggiore avvicinamento delle famiglie alla cucina, si è anche riscoperto il piacere di preparare i piatti della tradizione, come confermano i social media, vero specchio della società, dove hanno proliferato immagini di ricette più o meno elaborate e creative. (ANSA). Y49-LOG/

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie