Nel cervello i primi chip che controllano l'umore

Guidati dall'Intelligenza artificiale

Redazione ANSA

Sperimentati nel cervello i primi chip capaci di controllare l'umore, rilasciando impulsi elettrici capaci di ricostruire, in una sorta di mappa, l'insieme dei circuiti cerebrali coinvolti negli stati d'animo. La strada per riuscirvi è cominciare a studiare persone colpite da malattie, com l'epilessia, legate a improvvisi cambiamenti nel comportamento. Presentata a Washington, nel convegno della Società americana di Neuroscienze, la sperimentazione è coordinata dall'Agenzia per la ricerca del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (Darpa) e condotta in collaborazione con  l'università della California a San Francisco e Massachusetts General Hospital di Boston.

Grazie agli esperimenti condotti sulle persone epilettiche, sfruttando elettrodi già impiantati nel loro cervello, i ricercatori californiani, coordinati da Edward Chang, hanno registrato il comportamento del cervello per periodi compresi fra una e tre settimane. Sulla base di questi dati hanno messo a punto un programma per decodificare e distinguere il tipo di attività legata ai cambiamenti dell'umore.

Oltre a una maggiore conoscenza del cervello, i risultati potranno aiutare a mettere a punto tecniche in grado di correggere i disturbi legati ad alcune malattie, come l'epilessia, oppure distirbi come i comportamenti ossessivi-compulsivi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA