Partita AstroSamantha, con la Crew-4

Con un razzo Falcon 9 dal Kennedy Space Center

Leonardo De Cosmo

E’ partita la missione Crew-4, della quale fa parte Samantha Cristoforetti, astronauta italiana dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) che sarà impegnata per quasi sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) per la missione Minerva. Con lei sulla capsula Crew Dragon Freedom sono il comandante Kjell Lindgren, il pilota Bob Hines e la specialista di missione Jessica Watkins.

AstroSam torna in orbita

Tutto è andato secondo le previsioni e la Crew Dragon è partita dalla rampa 39A del Kennedy Space Center (Florida) spinta da un razzo Falcon 9 della Space X e l'aggancio alla Stazione Spaziale è previsto intorno alle 02:15 di questa notte. Per AstroSamantha è la seconda missione, dopo Futura, del 2014-2015. Perma della partenza gli astronauti hanno salutato le famiglie e Samantha Crisotforetti ha mandato un bacio ai suoi bambini prima che la Tesla la portasse verso la rampa di lancio.

 

L'astronauta Samantha Cristoforetti saluta i suoi bambini prima di avviarsi ala rampa di lancio (fonte: ESA via Twitter)
Verso la rampa di lancio accompagnata dalle note di Jovanotti
Nel percorso verso la rampa di lancio c'erano anche il ritmo e la carica di 'Penso positivo' ad accompagnare Samantha Cristoforetti. Il brano di Jovanotti è infatti l'unico italiano nella playlist musicale che l'astronauta ha scelto, insieme alla collega della Nasa Jessica Watkins per allietare il viaggio in auto verso la rampa di lancio 39A del Kennedy Space Center

. La lista, pubblicata dall'Esa su Spotify, comprende 23 canzoni di grande successo, accomunate dai riferimenti allo spazio e alla grinta delle donne: da 'Cosmic girl' di Jamiroquai a 'Girl on fire' di Alicia Keys, passando per 'Starship' di Nicki Minaj, 'On top of the world' degli Imagine Dragons, 'Fly away' di Lenny Kravitz e 'Run the world (girls)' di Beyonce.

Il viaggio verso la Stazione Spaziale
Il viaggio per raggiungere la Stazione Spaziale durerà almeno 16 ore e tutto sarà gestito autonomamente dai computer della capsula Crew Dragon, ma se necessario gli astronauti possono prenderne il controllo in qualsiasi momento. Il lancio ha segnato anche un nuovo successo di rientro del primo stadio, al suo quarto utilizzo, che dopo aver spinto il razzo nei primi minuti ha completato una discesa controllata, poggiandosi su una piattaforma galleggiante denominata 'A Shortfall of Gravitas' nell'oceano Atlantico.
Le manovre di aggancio al modulo Harmony dovrebbero completarsi questa notte alle 2:15 ora italiana, mentre l'aprtura del portello è prevista intorno alle 3:45.

Ad accogliere i quattro astronauti della Crew Dragon ci saranno i sette membri dell'equipaggio della Stazione Spaziale, tra cui il collega di AstroSam, Matthias Maurer, anche lui dell'Esa, arrivato a bordo nel novembre 2021 con la missione Crew-3 e che presto dovrò rientrare a Terra, dopo 6 mesi in orbita.

L'ingresso di Cristoforetti sulla Stazione Spaziale segnerà l'inizio della missione europea Minerva. Nei mesi che trascorrerà a bordo l'astronauta avrà il ruolo di leader del Segmento orbitale americano, che comprende ei moduli e componenti statunitensi, europei e canadesi della Stazione. L'astronauta italiana lavorerà a numerosi esperimenti scientifici, sei dei quali dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e aiuterà a completare l'istallazione del Braccio Robotico Europeo (Era), lungo 11 metri, che servirà a muovere carichi attorno alla sezione russa della Iss: un'operazione che potrebbe comprendere una passeggiata spaziale, al momento non confermata.  

 Saccoccia (Asi), AstroSam simbolo dell'eccellenza italiana
L'esplorazione spaziale è una delle punte di diamante dell'Italia e gli astronauti ne sono fra i simboli più evidenti: lo rileva il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi) a margine del lancio della Crew-4, la missione che porterà Samantha Cristoforetti, astronauta italiana dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), per circa sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss).
"L'Esplorazione dello spazio, sia umana che robotica, rappresenta da sempre una delle punte di diamante del ruolo dell'Italia nelle attività spaziali internazionali", osserva Saccoccia. "Gli astronauti - prosegue -sono, evidentemente, il simbolo più visibile di questa eccellenza italiana! Il ritorno di Samantha Cristoforetti quest'anno sulla Stazione Spaziale Internazionale, ottenuto attraverso le nostre negoziazioni con Esa degli scorsi anni, sottolinea anche simbolicamente l'importanza che da tempo il nostro Paese sta ponendo alle attività spaziali". AstroSam sarà impegnata per circa 6 mesi sulla Iss nell'ambito della missione Minerva, nella quale condurrà decine di importanti esperimenti scientifici. "In bocca al lupo - conclude Saccoccia - e buon lavoro a Samantha per questa sua nuova, straordinaria avventura!".



 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA