La Nebulosa di Orione saluta il 2022 con uno spettacolo pirotecnico

Le immagini scattate dai telescopi dell’Eso in Cile

Redazione ANSA

Spettacolo pirotecnico offerto dalla Nebulosa Fiamma di Orione per salutare il 2022. Sono le immagini scattate dai telescopi dell'Osservatorio Europeo Meridionale (Eso), in Cile, della nebulosa distante 1.300 anni luce, vista nella banda delle onde radio.

La porzione di cielo immortalata nello scatto è una delle più amate dagli appassionati di astronomia, una regione in cui è possibile osservare molti oggetti interessanti e particolarmente ‘fotogenici’, come la Nebulosa Testa di Cavallo. Lo scatto pubblicato da Eso per salutare il nuovo anno è in realtà stato fatto alcuni anni fa con APEX (Atacama Pathfinder Experiment), uno dei telescopi gestiti dall'Eso sul freddo altopiano di Chajnantor nel deserto di Atacama in Cile, per testare lo strumento SuperCam allora appena istallato.

"Come amano dire gli astronomi, ogni volta che c'è in giro un nuovo telescopio o uno strumento, osserva Orione: ci sarà sempre qualcosa di nuovo e interessante da scoprire!", ha commentato Thomas Stanke, responsabile di quello scatto. La regione di Orione ospita le nubi molecolari giganti più vicine al Sole: vasti oggetti cosmici costituiti principalmente da idrogeno, dove si formano nuove stelle e sistemi planetari. Queste nubi sono distanti tra 1.300 e 1.600 anni luce e rappresentano le culle di stelle più attiva nelle vicinanze del Sistema Solare.  Tra queste c'è la Nebulosa Fiamma, al centro dell’immagine, che ospita un ammasso di giovani stelle che emettono radiazioni ad alta energia che fanno risplendere i gas circostanti. A differenza di quanto potrebbe suggerire il nome, la Nebulosa Fiamma e le sue simili sono in realtà molto fredde, con temperature in genere di solo poche decine di gradi sopra lo zero assoluto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA